DISTRUTTI PER LA MORTE DEL FIGLIO: LA TELEFONATA CHE GLI CAMBIA LA VITA

0
81

Erano impazienti e felicissimi di diventare genitori per la prima volta ma alla 20esima settimana di gravidanza Josh e Katie Butler, rispettivamente 30 e 28 anni, hanno ricevuto una notizia terribile: i medici da un’ecografia si erano accorti che c’era qualcosa non andava nel piccolo Dewey. Il piccolo è infatti nato con una malformazione e a 132 giorni di vita è morto durante un intervento di routine.

“Le sue condizioni erano così rare – ha raccontato mamma Katie a Caters New Agency – i medici non sapevano cosa aspettarsi. Eravamo solo ottimisti. Sapevamo che ogni giorno era prezioso. La sua morte è stata così traumatica”. Una tragedia devastante per la giovane coppia. Il destino, che fino a quel momento era stato tanto crudele con loro, ha voluto che incontrassero sulla loro strada una donna che è riuscita ad alleviare le ferite del loro cuore in frantumi. 

Un giorno un’infermiera dell’ospedale dove Dewey era ricoverato in terapia intensiva ha deciso di telefonare a Josh e katie. Una chiamata che ha cambiato per sempre la vita della giovane coppia. La donna ha offerto loro una possibilità, un modo per ricominciare. Disse loro che c’era un bambino ricoverato in ospedale che  aveva bisogno di tanto amore. Il piccolo si chiamava Brad aveva 11 mesi e non era mai uscito dall’ospedale. I genitori lo avevano abbandonato perché era affetto da ipertensione polmonare, insufficienza respiratoria cronica e tracheomalacia.

La coppia ha conosciuto Brax per la prima volta quattro giorni dopo quella telefonata e subito sono state avviate le pratiche per l’adozione. “Siamo molto grati a Brax e se non fosse stato per Dewey non ci saremmo mai incontrati. Dà uno scopo alla breve vita di Dewey”, ha raccontato sempre Katie. “Dewey era al quarto piano dell’ospedale e al quinto c’era un altro bambino che aveva bisogno di una famiglia – ha aggiunto – Siamo stati così felici di avere questa opportunità e grazie a Dewey, siamo stati preparati per tutte le attrezzature mediche”.

“Con Dewey non c’erano possibilità di guarigione completa, ma con Brax è solo questione di età. Una volta che l’abbiamo portato a casa, la sua salute ha iniziato a migliorare. Ha ancora bisogno di ossigeno ma il suo movimento e la sua alimentazione sono migliorati così tanto. Abbiamo tanto amore da dargli”, ha concluso Katie. Brax non sostituirà certo Dewey, ma grazie a lui questa giovane coppia dal cuore grande ha trovato il modo di andare avanti. La storia di Josh e Katie ha fatto presto il giro del web  e ha commosso tutto il mondo.



Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.