IL PICCOLO SAIMON È MALATO DI CANCRO: AIUTIAMO LA FAMIGLIA CON LE CURE

0
183

Ancora una volta la vita ci ha dimostrato come ogni essere umano nel proprio piccolo possa aiutare gli altri  a sopportare dolori e situazioni che da soli non sarebbero riusciti a superare”, così i genitori del piccolo Saimon Murataj hanno voluto ringraziare tutte le persone che da mesi hanno ingaggiato una vera e propria gara di solidarietà “sfidandosi ” con donazioni e regali per il figlio, che a soli 4 anni da alcuni mesi combatte contro una durissima battaglia contro il male che lo ha colpito: un terribile cancro al cervello.

Per raccogliere fondi a sostegno delle sue cure e della famiglia che vive a Reggio Emilia, infatti,  a decine hanno messo in piedi iniziative e serate come ad esempio una cena in pizzeria e una sagra degli gnocchi mentre non si contano quelli che da  tutta la provincia hanno regalato giocattoli, vestiti e ogni altro bene possibile, come ha raccontato “La Gazzetta di Reggio”.

I genitori raccontano: “Abbiamo notato che non era più quello di prima. Improvvisamente era stanco, non più socievole come al solito” Poi è arrivata la terribile diagnosi che nessun genitore vorrebbe avere per il proprio figlio: cancro. “Abbiamo trovato una massa tumorale nel cervelletto” hanno detto loro i medici, spiegando che senza interventi immediati Saimon avrebbe avuto pochi mesi di vita.

“Gli avevano attribuito due mesi di vita. L’unica speranza era intervenire chirurgicamente. E dopo un’operazione estenuante, ma riuscita perfettamente, Saimon è ancora tra noi” detto i genitori. Ora però il piccolo ha bisogno di cure continue e pesanti all’istituto nazionale dei tumori a Milano. La famiglia deve dunque sostenere molte spese per i lunghi trasferimenti da Massenzatico, frazione periferica di Reggio, al capoluogo lombardo, senza contare che per seguire il figlio il papà ha perso anche il lavoro come pizzaiolo. 

Rispondi