MATTEO SALVINI DENUNCIATO DAI POMPIERI: ECCO COS’HA FATTO

L’Unione Sindacale di Base dei Vigili del Fuoco ha presentato per via amministrativa una denuncia contro il ministro dell’Interno e vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini. Il coordinatore nazionale Costantino Saporito ha scritto la lettera di denuncia indirizzata al ministro, al prefetto Bruno Frattasi capo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco e al responsabile dell’ufficio Garanzia dei diritti sindacali. Al centro dell’esposto vi è l’abitudine del leader leghista di utilizzare per le proprie apparizioni pubbliche le divise, le giacche e altri indumenti di ordinanza di alcuni reparti della Polizia, della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco.

Nella lettura del rappresentante della USB, si configurerebbe il porto abusivo di divisa e troverebbe applicazione l’articolo 498 del Codice Penale:

 

“Chiunque fuori dei casi previsti dall’articolo 497-ter, abusivamente porta in pubblico la divisa o i segni distintivi di un ufficio o impiego pubblico, o di un corpo politico, amministrativo o giudiziario, ovvero di una professione per la quale è richiesta una speciale abilitazione dello Stato, ovvero indossa abusivamente in pubblico l’abito ecclesiastico, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da euro 154 a euro 929”. Spiega Saporito sul suo profilo Facebook:

“Facciamo ancora più chiarezza: è vietato indossare divise complete di gradi e mostrine che possano generare confusione e far sembrare che ci si trovi davvero davanti a un poliziotto o a un carabiniere o a un finanziere o corpi equiparati. Indossare semplicemente una maglietta senza gradi né stellette non è invece reato. Il ministro Salvini ha risolto il problema alla sua maniera: lui li ha indossati tutti, i giacconi, i giubbotti e le magliette che fanno tanto “sicurezza” nonché materiale di propaganda social”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.