È MORTO DURANTE UNA CONFERENZA STAMPA: LUTTO NEL GIORNALISMO ITALIANO

 Edmondo Bertussi si è accasciato al suolo durante una conferenza stampa dove si trovava per lavoro. Il giornalista immediatamente soccorso, è morto poco dopo, probabilmente a causa di un infarto. Attoniti i presenti per quanto accaduto, anche perché Bertussi era noto nell’ambiente giornalistico: il 77enne si trovava lì per la conferenza stampa di presentazione del libro (e del progetto) della “Valle dei Sogni”, nella sede della Comunità Montana di Gardone Valtrompia. 

Bertussi ha lavorato per anni come corrispondente per l’alta Valtrompia e per il quotidiano Bresciaoggi, era infatti una nota firma del giornalismo bresciano.  La sua passione lo aveva portato a essere tra i primi a ottenere la tessera di giornalista.  

“Seguiva tantissimi paesi, dalla montagna alla pianura: raccontava della vita quotidiana di frazioni e quartieri, dell’attività politica, di sogni e progetti, di cronaca nera”, raccontano i colleghi. Aveva lavorato a lungo in banca, nel gruppo Cab, poi diventato Ubi, ma da quando era in pensione faceva il giornalista a tempo pieno. Suo padre ucciso durante la Resistenza era stato un noto partigiano: a lui era stata intitolata la scuola media del paese di origine, Marcheno, dove risiedeva con la moglie Maria Laura e i tre figli. I funerali verranno celebrati lunedì.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.