VITTORIO SGARBI INDAGATO PER CONTRAFFAZIONE DI OPERE D’ARTIE

Vittorio Sgarbi nei guai. Un gruppo di persone erano riuscite a vendere, nei canali leciti del mercato dell’arte contemporanea, numerose opere d’arte contraffatte, con false certificazioni di autenticità, ingannando i collezionisti che le acquistavano a caro prezzo. Associazione per delinquere, contraffazione di opere d’arte e ricettazione, i reati contestati, a vario titolo, a 23 persone indagate, tra le quali Vittorio Sgarbi, che sono state fermate dai militari del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale.

I provvedimenti arrivato da un’attività d’indagine che ha impegnato i militari – su tutto il territorio nazionale, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma. I militari hanno eseguito 4 provvedimenti di misura cautelare: due arresti e due divieti temporanei di esercizio dall’attività professionale.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.