Cena in trattoria per Conte-Salvini-Di Maio: tagliatelle per la pace

Foto © ANSA


Doveva essere una cena di svago, e invece è diventata la «cena della fiducia». Ieri sera, il premier Giuseppe Conte e i suoi due vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini sono usciti da Palazzo Chigi e sono andati in una trattoria romana scelta dal presidente del Consiglio. «La bocciatura della manovra è pressoché certa — ha Salvini conclusa la cena — ma se uno è convinto di quello che fa, come noi, va avanti». Poco prima di entrare, era stato lo stesso Salvini a spiegare il senso della serata: «Ma che vi devo dire? Ho letto che questa sera ci saremmo convocati per le nomine in Rai, per i servizi segreti… La verità è che all’inizio della settimana scorsa, ben prima delle polemiche sulle “manine misteriose” e di tutto il resto, avevamo ipotizzato di trovarci per una serata in pieno relax per ragionare dei primi quattro mesi di governo».

Rispondi