Cena in trattoria per Conte-Salvini-Di Maio: tagliatelle per la pace

Foto © ANSA


Doveva essere una cena di svago, e invece è diventata la «cena della fiducia». Ieri sera, il premier Giuseppe Conte e i suoi due vice Luigi Di Maio e Matteo Salvini sono usciti da Palazzo Chigi e sono andati in una trattoria romana scelta dal presidente del Consiglio. «La bocciatura della manovra è pressoché certa — ha Salvini conclusa la cena — ma se uno è convinto di quello che fa, come noi, va avanti». Poco prima di entrare, era stato lo stesso Salvini a spiegare il senso della serata: «Ma che vi devo dire? Ho letto che questa sera ci saremmo convocati per le nomine in Rai, per i servizi segreti… La verità è che all’inizio della settimana scorsa, ben prima delle polemiche sulle “manine misteriose” e di tutto il resto, avevamo ipotizzato di trovarci per una serata in pieno relax per ragionare dei primi quattro mesi di governo».

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.