UCCISO L’ARBITRO DE SANTIS INSIEME ALLA FIDANZATA: MOVENTE PASSIONALE

Proseguono incessantemente le ricerche della persona che ieri sera è stata vista allontanarsi dal condominio di via Montello, a Lecce, dove sono stati uccisi Daniele De Santis, 33 anni, arbitro di calcio e gestore di un Bed & Breakfast, ed Eleonora Manta, di 30 anni. 

Secondo le prime indagini si tratterebbe di un delitto a sfondo passionale. I due ragazzi sono morti a causa delle coltellate subite da un uomo che avrebbe raggiunto l’abitazione dove la coppia abitava, nelle vicinanze della stazione ferroviaria. Lecceprima parla di “colpi violenti e del tonfo di oggetti e mobili rovesciati sul pavimento, urla sulla rampa delle scale e poi il silenzio. I condomini della palazzina al civico 2 di via Montello hanno chiamato i soccorsi intorno alle 21,30, dopo aver visto fuggire un uomo vestito di nero che indossava guanti in pelle, passamontagna sul viso e uno zainetto di colore giallo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.