SPARATORIA A SCUOLA: STUDENTE UCCIDE UN COMPAGNO E NE FERISCE ALTRI 7

0
90
RETRANSMIT WITH ALTERNATE CROP Officials guide students off a bus and into a recreation center where they were reunited with their parents after a shooting at a suburban Denver middle school Tuesday, May 7, 2019, in Highlands Ranch, Colo. (AP Photo/David Zalubowski)

Terrore negli Stati Uniti, dove durante un’agguato a mano armata uno studente 18enne è morto e altri sette sono stati ricoverati in ospedale. È avvenuto alla STEM School Highlands Ranch, alla periferia di Denver, in Colorado, ad appena otto chilometri dal liceo di Columbine dove il 20 aprile del 1999 dodici ragazzi e un insegnante furono uccisi da due allievi dell’istituto.

A 20 anni da quella mattanza, l’incubo si è ripetuto alla Stem, istituto frequentato da 1.850 studenti, dalle elementari al liceo, dove due ragazzi hanno impugnato delle pistole ed aperto il fuoco sui coetanei, uccidendone uno e ferendone altri sette. Secondo le prime informazioni l’autore dell’attacco è uno studente di 18 anni e si chiama Devon Erickson. Il ragazzo è stato arrestato insieme ad un altro sospetto, un minorenne del quale non è stata resa nota l’identità.

Lo sceriffo della città, Tony Spurlock, ha dichiarato alla stampa che entrambi i giovani frequentano la scuola, aggiungendo che finora è stata trovata una pistola. Resta ancora da chiarire se lo studente ucciso fosse l’obiettivo del giovane che ha aperto il fuoco o se sia stato colpito da un proiettile vagante. Altri studenti ricoverati sono in gravi condizioni. La Casa Bianca attraverso una nota afferma che il presidente Donald Trump è stato informato” e “continua a monitorare la situazione”. Nel 2017 negli Stati Uniti sono morte 40.000 persone uccise da armi da fuoco.



Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.