“UNA PREGHIERA PER LA PICCOLA NOEMI”: SALVINI PARLA DELLA SPARATORIA DI NAPOLI

“Una preghiera per quella bambina ferita a Napoli…”, ha chiesto Matteo Salvini nel corso di un comizio elettorale a Foligno, Umbria.  “Ma almeno si sparassero tra di loro senza rompere le palle alla gente che non c’entra… almeno se la prendessero tra di loro”, ha detto il ministro dell’Interno riguardo la sparatoria che si è verificata venerdì a Napoli. La piccola Noemi, quattro anni appena, lotta tra la vita e la morte.

“Come per l’omicidio di Viterbo, ci sono le forze dell’ordine che stanno lavorando notte e giorno per beccare i delinquenti”, ha aggiunto il vicepresidente del Consiglio. E infine, ricordando le misure messe in campo per la sicurezza a Napoli, ha attaccato il sindaco Luigi De Magistris: “Certo, se poi il primo cittadino invece di occuparsi di Scampia o di altri quartieri perde il suo tempo per allestire una flotta di navi che vadano nel Mediterraneo per i migranti…”.


Rispondi