FABRIZIO CORONA: L’ULTIMO ABBRACCIO AL FIGLIO PRIMA DI TORNARE IN CARCERE

0
79

“Grazie per non aver spettacolarizzato questo momento”. Fabrizio Corona si rivolge così agli agenti che lo hanno portato via dal suo studio in Porta Romana, a Milano, per portarlo al carcere di San Vittore dopo il provvedimento del tribunale di sorveglianza di Milano. Corona non se lo aspettava e appena riconosce uno degli agenti che si occupano delle esecuzioni del tribunale ha capito che la situazione era ormai irreversibile. L’ex re dei paparazzi non riesce a nascondere la delusione ma non ha opposto alcuna resistenza. 

Gli agenti lo accompagnano al suo appartamento accanto a corso Como per preparare la borsa da portare in cella. Nei dieci minuti di viaggio in auto non dice una parola, guarda fuori dal finestrino. C’è anche il suo avvocato. Una volta in casa abbraccia forte suo figlio Carlos Maria rassicurandolo. Dopo alcuni minuti è nuovamente nell’auto del commissariato Garibaldi-Venezia, stavolta la direzione è San Vittore.



Widget not in any sidebars


Widget not in any sidebars


Widget not in any sidebars


Widget not in any sidebars

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.