SBRANATO E UCCISO DAL SUO CANE: TRAGEDIA IN ITALIA

0
182

Quando la moglie Isabella lo ha trovato purtroppo per lui non c’era già più nulla da fare: Gianluca Romagnoli, 43 anni, è morto dissanguato per le ferite provocate dal suo cane mentre tornava a casa dopo la consuetudinari passeggiata serale nel parco.

L’uomo lascia due bambini. Secondo una prima ricostruzione la donna, preoccupata di non veder tornare a casa il marito nella loro abitazione in via Bitti in zona Osteria dell’Osa, è uscita a cercarlo e l’ha trovato in terra in una pozza di sangue, sul corpo aveva delle profonde ferite dei morsi del cane, un pastore corso. Intorno al suo corpo c’erano i segni della lotta dell’uomo per salvarsi la vita e liberarsi dai morsi del cane.

La moglie una volta arrivata sul posto è riuscita ad avvicinarlo, legarlo e a trascinarlo nel giardino della loro abitazione lasciandolo legato a un palo in attesa dell’arrivo dei soccorsi. Nel compiere è stata a sua volta morsa a un braccio. Quando il personale del 118 è arrivato sul posto purtroppo per Gianluca non c’era più nulla da fare poichè uno dei morsi gli ha reciso l’aorta non lasciandogli scampo.

Rispondi