“PEZZO DI ME*** TI ASPETTIAMO”: MINACCE CHOC A MASSIMO GILETTI

Dopo Enrico Mentana, un altro volto noto è stato preso di mira: si tratta di Massimo Giletti che ora si trova al centro della bufera. Il giornalista è stato attaccato sui social con pesanti minacce per il suo lavoro e frasi poco lusinghiere. “Ti stiamo aspettando pezzo di m…, non ti molleremo, buffone, pagliaccio, lo sai che con noi farai una figura di m…”. Queste le parole brutali, si legge sul Corriere, arrivate sul canale youtube di Klaus Davi all’indirizzo del conduttore di Non è l’arena. I commenti, che arrivano dal titolare della cooperativa Malgrado tutto di Lamezia Terme, Raffaello Conte, sono stati postati come commenti ad una video inchiesta sui boss della ‘ndrangheta di Reggio Calabria.

Nell’aprile del 2016 Massimo Giletti, che all’epoca lavorava in Rai, aveva dedicato alcuni servizi denuncia alla Cooperativa Malagrado tutto, mostrando le condizioni in cui vivevano gli immigrati del centro. La cooperativa era insorta minacciando denunce sia nei confronti di Massimo Giletti, che di Klaus Davi, che del senatore Nicola Morra, attuale  presidente della commissione antimafia, che aveva rilasciato delle dichiarazioni sulla gestione del centro. Massimo Giletti, oggi a La7, dice: “Io non mi faccio intimidire dalle minacce e dalle provocazioni. Mi aspettavo reazioni, non minacce: inquietante che queste parole si leghino alle parole degli affiliati”. “Chi fa inchieste dà fastidio e spesso è oggetto di querele per provare a rallentare il lavoro difficile che i tanti giovani giornalisti fanno sul territorio”.

Pesanti le accuse che erano state mosse alla cooperativa: cattiva gestione della struttura, sporcizia, degrado, poca attenzione agli ospiti, costretti, secondo quanto raccontano, a lavorare in vari progetti per un compenso di dieci euro al giorno, senza avere la possibilità di accedere al pocket money. Raffaello Conte aveva precisato alla giornalista della Rai: “Guadagno 1.200 euro al mese, ma in questo ultimo mese mi son dovuto far aumentare 5.000 euro per tre mesi perché mi devo comprare la casa, i soldi li prendo dalla cooperativa perché li avanzo da quelli che ho anticipato”.“Il mio sogno sai qual è?” dice ancora Conte alla giornalista: “Prendere qualche ragazzo di loro dove non ci sono guerre, andare a prendere mille ettari di terreno e riportarli in Africa”. La partita, dopo tre anni, è più aperta che mai.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.