BIMBI MALTRATTATI ALL’ASILO: PICCHIATI CON I LIBRI E INSULTATI

Pesanti accuse nei confronti di due maestre di 49 e 58 anni di una scuola dell’infanzia molisana. Le due donne sono accusate di aver utilizzato metodi inaccettabili: strattonamenti, minacce e urla continue oltre a libri in testa per punire i piccoli dell’asilo che erano a loro affidati. Queste le pesanti accuse delle due maestre destinatarie di una misura interdittiva di sospensione dall’attività lavorativa disposta dall’autorità giudiziaria dopo una inchiesta per maltrattamenti in classe condotta dalla polizia di Isernia e coordinata dalla locale Procura della Repubblica.

Le indagini coordinate dagli uomini della Squadra Mobile si sono servite anche di intercettazioni audio e video attraverso telecamere nascoste piazzate nell’istituto. Dai filmanti registrati emerge un quadro di maltrattamenti continui ai danni dei piccoli alunni. In alcuni di essi si vedono le insegnanti che impongono ai piccoli di punire i compagni con gli stessi gesti che in precedenza questi avrebbero usato contro di loro come tirare i capelli mentre loro tengono ferme le vittime. 

Diversi anche i casi di bimbi trascinati via con la forza e colpiti a schiaffi. In seguito alla denuncia di alcune madri che avevano notato comportamenti strani da parte dei loro figli sono iniziate le indagini con il posizionamento di telecamere piazzate in classe, che oggi hanno portato i magistrati a firmare la misura nei confronti delle due insegnanti.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.