IL MARITO SI LAMENTA PER LA CENA: LA MOGLIE LO UCCIDE DAVANTI ALLA FIGLIA DI 4 ANNI

Sarebbe stata una critica sulla cucina a scatenare un terribile omicidio in Russia. Il 43enne, Slava Davydkin, avrebbe criticato la moglie a causa della cena che aveva preparato, a quanto pare senza sale. La critica sarebbe stata fatta alla presenza di alcuni ospiti e questo avrebbe scatenato la furia della compagna che avrebbe atteso che tutti dormissero per vendicarsi. Durante la notte, la donna avrebbe aggredito e ucciso il marito con trentacinque coltellate davanti agli occhi della figlia di soli quattro anni.

Il brutale delitto si è consumato a Penza, in Russia. L’omicida 31enne si chiama Evgenia Davydkin. Stando alla testimonianza degli ospiti, che si erano fermati a dormire a casa della coppia, i due avevano continuato a litigare dopo cena. La donna, probabilmente alterata anche a causa dell’alcool consumato durante la cena, avrebbe aspettato che il marito dormisse per aggredirlo con un coltello. Lo avrebbe colpito 35 volte, rendendo di fatto inutile qualsiasi soccorso. 

La furia omicida sarebbe proseguita anche quando la bambina, svegliatasi a causa delle urla, è entrata nella loro stanza. Dopo il delitto, la 31enne avrebbe svegliato i suoi ospiti e chiamato i soccorsi, ma per Slava non c’era più nulla da fare. All’arrivo delle forze dell’ordine, la donna ha subito confessato l’omicidio: alla polizia avrebbe detto di essersi offesa dopo che l’uomo, davanti ai loro ospiti, aveva detto che l’assenza di sale era la prova che lei non lo amasse abbastanza. La donna attualmente è agli arresti domiciliari per potersi occupare della figlia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.