NEONATO SBRANATO DAI CANI: È MORTO DOPO UN MESE DI AGONIA

È stato sbranato da due staffordshire bull terrier mentre si trovava nella sua casa nel Cambridgeshire, dove viveva con i suoi genitori Dan McNulty, 31 anni, e Amy Litchfield, 28 anni. Reuben Malachi aveva solo cinque settimane quando è morto il 13 dicembre in ospedale dopo aver subito lesioni “catastrofiche”, nell’aggressione subita lo scorso 18 novembre. Il neonato ha subito una lesione cerebrale traumatica, con complicazioni di insufficienza renale e insufficienza gastrointestinale nell’attacco. “Tutte queste ferite sono coerenti con una aggressione da parte di un cane”, ha detto il coroner David Heming. “Gli eventi riguardanti la tragica morte di Reuben sono chiaramente devastanti per i suoi genitori e vorrei esprimere le mie condoglianze nei loro confronti” ha aggiunto il medico.

Poco dopo l’attacco, la polizia ha confermato che due cani di nome Fizz e Dotty sono stati portati nel canile della polizia ed entrambi abbattuti. I paramedici sono stati chiamati nella casa di famiglia, e Reuben è stato immediatamente trasferito in ospedale con gravi ferite alla testa e in seguito trasferito ad Addenbrooke, dove è morto lo scorso 13 dicembre. I suoi genitori sono stati interrogati dalla polizia e rilasciati in attesa di ulteriori indagini, come confermato dagli stessi inquirenti: “Una donna di 28 anni e un uomo di 31 anni, entrambi di Yaxley,  sono stati arrestati per sospetta negligenza infantile, e rilasciati sotto inchiesta. La morte non viene trattata come sospetta, come confermato dal medico legale”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.