SI SVEGLIA CON LA TESTA DEFORMATA: ECCO COSA È SUCCESSO

La faccia di Estelle, una studentessa 19enne di Parigi si è gonfiata più del doppio rispetto alla dimensione originale e la ragazza ha pensato al peggio. Tutto è accaduto nel giro di 24 ore e Estelle ha pensato addirittura di morire. Estelle, come molte altre donne, voleva solo cambiare colore di capelli, così è andata al supermercato di Val-de-Marne e ha comprato una tintura per capelli che avrebbe fatto a casa. Non era certo la prima volta che si tingeva i capelli da sola e come sempre ha seguito tutte le istruzioni riportate nel libretto.  Il risultato non è stato però quello immaginato. La ragazza dopo soli 30 minuti di posa, ha risciacquato la tintura e ha iniziato ad avvertire un forte prurito alla cute e ha notato che essa si stava gonfiando. Così ha chiamato il medico che le ha suggerito di prendere un antistaminico.

Cosi ha fatto e poi si è coricata sperando che, dopo aver dormito, il giorno successivo si sarebbe sentita meglio. Ma al risveglio si è resa conto che la situazione era peggiorata in modo drammatico: la sua faccia era diventata enorme. La circonferenza della sua testa – che in condizioni normali misura 56 centimetri – era arrivata a 63 centimetri. Era completamente deformata. “Non riuscivo neanche a respirare” ha raccontato la ragazza a Le Parisien. Oltre alla testa e al volto, anche la sua lingua era diventata enorme e la ragazza è stata portata d’urgenza al pronto soccorso dove i medici le hanno fatto un’iniezione di adrenalina per fermare quella tremenda reazione allergica. Dopo il ricovero in ospedale la ragazza si è sentita meglio ma ha deciso di postare in rete le sue foto per mostrare a tutti cosa può succedere quando ci sono reazioni severe come la sua. A scatenare quella reazione così violenta è stata un’allergia ad una sostanza chimica presente nel 90% delle tinture per capelli, la cosiddetta parafenilendiammina, PPD. La ragazza è rimasta profondamente scioccata dall’accaduto e di sicuro d’ora in avanti non farà più tinture fai da te.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.