MUORE SUL LAVORO: SCHIACCIATO DA UN BLOCCO DI CEMENTO

0
170

Un’altra tragedia sul lavoro. Alessandro Ziliani un muratore bergamasco, è morto a cinquant’anni la scorsa notte all’ospedale Maggiore di Parma dopo che il primo maggio era rimasto gravemente ferito sul posto di lavoro. Alessandro si trovava in cima a un ponteggio per eseguire la demolizione di una struttura in un’azienda agricola a Cortemaggiore, quando è stato improvvisamente travolto da un blocco di cemento che si è staccato e lo ha colpito in pieno petto.

Il blocco di cemento ha colpito anche altri due operai ma ad avere la peggio è stato Ziliani. I vigili del fuoco lo hanno liberato dal masso e i soccorsi dopo averlo stabilizzato, lo hanno trasportato d’urgenza al Maggiore di Parma a bordo dell’eliambulanza.

Troppo gravi, però, i traumi riportati: Alessandro è deceduto nella notte in ospedale. È rimasto ferito anche un secondo operaio che era lì vicino ed è stato trasportato dai paramedici intervenuti sul posto all’ospedale di Piacenza. 


 

[do_widget id=dynamicnews_category_posts_boxed-3]

[do_widget id=dynamicnews_category_posts_boxed-9]

[do_widget id=dynamicnews_category_posts_boxed-7]

[do_widget id=top-posts-5]

[do_widget id=dynamicnews_category_posts_boxed-5]

Rispondi