GABRIELE MORTO SUL LAVORO: AVEVA SOLO 25 ANNI

0
204

Ancora un incidente mortale sul lavoro in Italia. Mercoledì a perdere la vita in una fabbrica di Sulbiate, la Silfa Metal Packaging, che si occupa di imballaggi metallici e produzione di fusti conici è stato il giovane Gabriele di Guida. Erano 9.30 quando nel capannone si si è verificato un incidente costato la vita a un ragazzo di venticinque annI, che è rimasto schiacciato da un rullo mentre effettuava alcune operazioni lavorative. 
Il 25enne è stato soccorso dagli operatori del 118 e dai vigili del fuoco, ma purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare. Nella fabbrica dopo l’incidente  sono arrivati anche i carabinieri, la polizia locale e i tecnici di Ats, che stanno lavorando per ricostruire la dinamica del tragico incidente.

“Aggiorniamo quello che è ormai diventato un bollettino di guerra per la Brianza”, è il commento amaro di Giulio Fossati, membro della segreteria provinciale della Cgil con delega alla sicurezza sul lavoro. Il sindacalista aggiunge: “È il quinto decesso in poche settimane, un segnale pesante e inaccettabile per la condizione del lavoro in Brianza e avviene proprio nei giorni in cui, come organizzazione sindacale, stiamo elaborando una piattaforma territoriale per la sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro”. 

“È ora di dire basta”, esclama Pietro Occhiuto, segretario generale della Fiom-Cgil di Monza e Brianza, che ricorda l’appuntamento unitario Cgil, Cisl e Uil del prossimo 17 aprile: “Un presidio delle lavoratrici e dei lavoratori davanti al palazzo della Regione Lombardia perché, in mancanza di risultati concreti, crediamo sia giunto il momento di una mobilitazione che metta al centro il tema prioritario della sicurezza sui luoghi di lavoro”, ha concluso il segretario provinciale della categoria della Cgil che rappresenta gli impiegati e gli operai metallurgici.



Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Widget not in any sidebars

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.