MALATO TERMINALE PERQUISITO DALLA POLIZIA: INDIGNAZIONE IN OSPEDALE

0
80

Ancora una volta la polizia degli Stati Uniti è uscita dalle righe con un gesto che ha indignato l’intero paese. Questa volta i poliziotti infatti hanno fatto irruzione in una stanza d’ospedale e perquisito un paziente, il 52enne Nolan Sousley, ricoverato nel reparto perché malato terminale di cancro. Gli agenti cercavano della marijuana dopo che qualcuno aveva segnato uno strano odore nella stanza.

La scena ripresa con un cellulare è stata postata online diventano in poco tempo virale:
Nel filmato si vedono i poliziotti perquisire borse e oggetti dell’uomo che cerca di spiegare: “Non ho nulla, non fumo nulla, ho solo dell’olio di cannabis  per il dolore, i medici lo sanno”. Parole che non sono servite a far desistere gli agenti che hanno proseguito la perquisizione senza però trovare nulla. Dopo l’incidente, una portavoce dell’ospedale ha dichiarato:

“Quello che è avvenuto non riflette i nostri valori, che sono innanzitutto il rispetto delle persone. Siamo orgogliosi di offrire un’assistenza degna a tutti i pazienti e in questo caso non siamo stati all’altezza delle aspettative. i scusiamo con il nostro paziente, i suoi familiari e amici. Stiamo esaminando il caso e aggiorneremo i nostri dipendenti sui valori fondamentali e l’importanza del rispetto e della dignità per i nostri pazienti”.

 


 


Widget not in any sidebars


Widget not in any sidebars


Widget not in any sidebars


Widget not in any sidebars

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.