HA UCCISO IL FIGLIO DI 2 ANNI NASCONDENDOLO NELLA BORSA: “NON MI ASCOLTAVA

0
80

Aveva detto alla polizia che suo figlio era stato rapito per poi denunciarne la scomparsa scomparsa, ma ora Nakira Griner, 24enne americana, è accusata di aver distrutto il corpo del bambino e dato fuoco ai suoi resti con l’intenzione di nascondere una brutale omicidio.

 

Secondo il Vineland Daily Journal, la donna avrebbe portato “per un po’ di tempo” il corpo del piccolo Daniel Griner Jr nella sua borsetta. La donna deve rispondere di accuse gravissime: messa in pericolo del benessere di un bambino; profanazione di resti umani; e manomissione di evidenze. I resti del piccolo sono stati trovati in una borsetta e dei sacchetti dell’immondizia sotto un capannone a casa della famiglia.

 

La polizia ha riferito al giornale locale che Griner aveva inizialmente detto di essere stata aggredita venerdì sera mentre camminava con il figlio in una strada della zona: “Ha dichiarato di aver sentito qualcuno che la prendeva a calci, l’ha fatta cadere a terra e poi l’ha ripetutamente colpita con dei calci alla testa. Non è stata in grado di fornire alcuna descrizione dell’accusato o del percorso che ha effettuato dopo l’attacco. Ha detto alla polizia che ha colpito il figlio perché non avrebbe mangiato e non la ascoltava” secondo il rapporto. “Ha poi detto che ha lasciato D.G. Jr., che era ancora vivo, da solo perché voleva che qualcuno lo trovasse e lo aiutasse perché nessuno le avrebbe creduto”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.