CHOC IN CONVENTO: SUORE ABUSATE DAI PRETI. LE SCONVOLGENTI TESTIMONIANZE

Un vero e proprio scandalo sta investendo la Chiesa cattolica in India in seguito alla pubblicazione da parte dell’Associated Press di una inchiesta esclusiva sulle violenze subite dalle suore da parte di alcuni sacerdoti e persino di un vescovo. Le vicende emerse sono relative ad oltre dieci anni di abusi e aggressioni consumatisi nei salotti e nelle stanze dei vari conventi sparsi per il Paese asiatico. “Era ubriaco, non sapevo come dirgli di no”, così comincia il racconto di una delle vittime, che ora denunciano il fatto che nessuno ai piani alti della gerarchia ecclesiastica – nonostante si sapesse cosa stava accadendo – ha fatto qualcosa per arrestare.

Le suore hanno descritto nei dettagli tutte le violenze subite. Una di loro, una 44enne, ha presentato la scorsa estate una denuncia ufficiale alla polizia nei confronti del vescovo di Kerala che supervisiona il suo ordine, accusandolo di averla violentata ben 13 volte in due anni, dopo che i funzionari della Chiesa, ai quali pure si era rivolta, non le avevano dato alcuna risposta. Subito dopo il fatto, un gruppo di sorelle ha dato il via ad una protesta di due settimane per chiedere l’arresto dell’alto prelato. Un’azione, questa, senza precedenti, che ha fatto molto discutere la comunità cattolica indiana, che le ha punite, credendo all’innocenza del sacerdote. “Alcune persone ci accusano di operare contro la Chiesa – hanno rivelato all’AP -, ci accusano di adorare Satana. Ma noi sappiamo di dover difendere la verità”.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.