TERRORE PER DUE CONIUGI ITALIANI: PICCHIATI E COSPARSI DI BENZINA

0
154

Una notte di terrore quella vissuta sabato scorso da una coppia di agricoltori della provincia di Brindisi. Marito e moglie, sono stati picchiati durante una rapina a mano armata compiuta nella loro abitazione rurale a Oria. Ancora sconosciuto il numero dei malviventi, probabilmente italiani, che hanno agito con il volto coperto. Sotto la minaccia di pistole e bastoni i ladri hanno picchiato l’uomo 58enne e la moglie di 45 anni per farsi consegnare denaro e oggetti di valore, che però non erano presenti in casa. Secondo la ricostruzione dei quotidiani locali, i due coniugi hanno vissuto almeno quaranta minuti di terrore prigionieri nella loro casa in provincia di Brindisi. Per convincere la coppia a consegnargli soldi e gioielli i ladri avrebbero gettato su di loro anche della benzina con la minaccia di dare fuoco. Quando hanno capito che i coniugi non avevano davvero nulla, hanno preso solo due anelli, sembra le fedi nuziali della coppia.

Secondo la ricostruzione dei quotidiani locali, i due coniugi hanno vissuto almeno quaranta minuti di terrore prigionieri nella loro casa in provincia di Brindisi. Per convincere la coppia a consegnargli soldi e gioielli i ladri avrebbero gettato su di loro anche della benzina con la minaccia di dare fuoco. Quando hanno capito che i coniugi non avevano davvero nulla, hanno preso solo due anelli, sembra le fedi nuziali della coppia. Mentre i banditi si sono allontanati a piedi facendo perdere le loro tracce, i coniugi, feriti e sotto shock, hanno raggiunto da soli il vicino ospedale di Francavilla Fontana. La donna è stata medicata e dimessa, il marito è stato invece ricoverato per le ferite riportate.

Sulla vicenda stanno indagando i Carabinieri di Francavilla Fontana e di Brindisi. Secondo il comandante della compagnia di Francavilla Fontana sabato sera nella casa di Oria hanno agito almeno tre persone e la rapina è stata alquanto efferata.  Purtroppo le vittime ricordano poco dei loro aggressori, che peraltro erano a volto coperto. Probabilmente la banda di ladri si è sbagliata: i malviventi sono entrati in una casa dove oggettivamente non c’era nulla di valore mentre il loro obiettivo era sicuramente un altro.

Rispondi