Salvini sulla morte di Desirèe: «Oggi vado in quel covo, non possono esserci buchi neri»

Ormai non ci sono più dubbi l’esito dell’autopsia effettuata sul corpo di Desirée Mariottini, la sedicenne di Cisterna di Latina trovata morta a Roma, in uno stabile occupato a San Lorenzo, tra giovedì e venerdì notte, ha confermato che la giovane sarebbe stata vittima di violenza sessuale da parte di più persone. Nel suo sangue sono inoltre state trovate tracce di droga. Questa ipotesi è stata anche confermata da un testimone che avrebbe raccontato alla polizia particolari agghiaccianti su quanto subito dalla giovane vittima. Matteo Salvini è intervenuto nella mattinata di oggi, a Rtl dicendo: “Oggi vado in quel covo a San Lorenzo, è in centro a Roma: non possono esserci buchi neri”.

Rispondi