Negoziante rifiuta di essere pagato con il Pos per i biglietti dell’autobus: cliente chiama la guardia di finanza

0
59

Le Fiamme Gialle sono intervenute presso un negozio di Civitanova Marche, in seguito alla chiamata al numero di pubblica utilità 117, da parte di un cliente che lamentava l’impossibilità di pagare tramite Pos. Il negoziante è stato multato dai militari della Guardia di Finanza con una multa di 30 euro maggiorata del 4% del valore della transazione per la quale è stata rifiutata l’accettazione del pagamento.

Le Fiamme Gialle sottolineano che l’obbligo di accettazione dei pagamenti elettronici è indipendente dall’entità del corrispettivo, inoltre, la condotta sanzionabile si configura in seguito alla mancata accettazione della richiesta del cliente di effettuare il pagamento tramite carte di debito, di credito e prepagate, e non anche in base all’eventuale indisponibilità da parte dell’esercente del cosiddetto Point of Sales (Pos)”.

Inoltre si ricorda che è sanzionabile anche “la condotta dell’esercente che proceda ad applicare ulteriori costi ingiustificati, aggiuntivi rispetto a quelli del bene/servizio acquistato, in ragione dell’utilizzo da parte del consumatore di un qualsiasi strumento di pagamento diverso dal denaro contante.

Rispondi