Monthly Archives: Luglio 2019

GRAVE LUTTO A STRISCIA LA NOTIZIA: IL TRISTE ANNUNCIO

Oggi abbiamo dato la notizia della scomparsa di Raffaele Pisu volto storico della tv e personaggio radiofonico. Pisu viene ricordato anche per aver condotto due stagione di Striscia la Notizia, il tg satirico di Canale 5 di Antonio Ricci. Al suo fianco c’era l’attuale conduttore Ezio Greggio che oggi affranto per la sua scomparsa ha deciso di pubblicare sui social una foto in cui compare con il popolare comico durante una delle puntate condotte nel 1989.

Greggio non è l’unico che si è stretto al dolore dei familiari, infatti altri personaggi dello spettacolo, attraverso Twitter, Instagram e Facebook hanno espresso il loro cordoglio e vicinanza. 

INFERNO SULLA TANGENZIALE ITALIANA: UN MORTO E QUATTRO FERITI

Inferno sulla tangenziale di Enna dove poche ore fa si è registrato un gravissimo incidente che ha causato quattro feriti e un morto. Secondo le prime notizie si sarebbero scontrate due auto che subito dopo l’urto si sono totalmente distrutte; nel sinistro sono state coinvolte altre auto. 

I conducenti sono infatti in gravissime condizioni ed entrambi sono stati trasportati in elisoccorso al vicino Pronto Soccorso Cannizzaro di Catania e all’Ospedale Sant’Elia di Caltanissetta. Purtroppo uno degli uomini più gravi è morti oggi nella tarda mattinata per le gravissime lesioni che aveva riportato dopo l’impatto. La dinamica dello scontro ora è al vaglio degli inquirenti.

LUTTO NELLO SPETTACOLO ITALIANO: È MORTO IL FAMOSO ATTORE

È morto a 94 anni Raffaele Pisu, popolare attore comico e personaggio televisivo. Era ricoverato da tempo nell’hospice di Castel San Pietro Terme (Bologna) per una malattia 

Nato a Bologna il 24 maggio 1925, terminata la guerra, dove era stato partigiano e internato in un campo di concentramento in Germania, Pisu esordì sulle frequenze di Radio Bologna. Seguirono diverse commedie brillanti, nei primi anni sessanta arrivò il successo con i filmati dell’Amico del Giaguaro, sul primo canale Rai con Gino Bramieri e Marisa Del Frate.


Una lunga carriera la sua in cui ha recitato in numerosi film e commedie teatrali, affiancando sempre il lavoro alla radio, sua grande passione. All’inizio degli anni Novanta tornò in televisione alla conduzione di Striscia la notizia.
Due anni fa ha recitato nel film ‘Nobili bugie’, diretto dal figlio regista Antonio Pisu.

VIOLENTA SCOSSA TI TERREMOTO: PANICO TRA LA GENTE, MAGNITUDO 5.2

Una scossa di terremoto di magnitudo 5.2 è stata registrata alle 7.40 sulla costa centrosettentrionale dell’isola greca di Creta. Secondo i dati dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) italiano e del servizio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro a 75 km di profondità ed epicentro vicino Malevizi. Nonostante il panico tra i turisti non si registrano danni a cose persone.

ROBERTO FORMIGONI, STOP A VITALIZIO E PENSIONE DA SENATORE: NON PRENDERÀ PIÙ NIENTE

L’ex governatore della Lombardia Roberto Formigoni non riceverà più né il vitalizio né la pensione da senatore. Lo ha deciso il Consiglio di presidenza del Senato, prendendo atto oggi della sentenza definitiva con cui a febbraio la Cassazione ha condannato Formigoni a cinque anni e dieci mesi per corruzione per la vicenda Maugeri – San Raffaele. La sospensione del vitalizio e della pensione per Formigoni, scatterà a partire dal prossimo mese di agosto.

Lo stop è stato deciso in virtù di una delibera del 2015 (la deliberazione del Consiglio di presidenza n. 57 del 7 maggio 2015) che prevede la sospensione delle erogazioni di vitalizi e pensioni ai parlamentari condannati in via definitiva per reati di particolare gravità. È stata la senatrice del Movimento 5 stelle, Laura Bottici, a comunicare alla stampa la decisione riguardante Roberto Formigoni.


È CADUTO UN AEREO SULLE CASE: CI SONO MORTI E FERITI

Terribile incidente aereo nelle scorse ore in Pakistan. Un velivolo militare mentre sorvolava la città di Rawalpindi ha improvvisamente perso quota andandosi a schiantare sulle case di un quartiere residenziale e facendo una strage. È gravissimo il bilancio dell’incidente avvenuto nella notte tra lunedì e martedì: diciannove le persone morte mentre e decine quelle ferite. Secondo quanto emerso finora, il piccolo velivolo era impegnato in una operazione di addestramento quando ha perso quota repentinamente colpendo almeno cinque abitazioni. Tutte le persone a bordo dell’aereo sono morte. Si tratta di cinque militari. Le altre vittime sono i civili che in quel momento si trovavano nelle abitazioni colpite nella città del Punjab.

Orribile la scena che si è presentata davanti ai primi soccorritori accorsi sul posto. Come hanno spiegato i soccorritori, infatti, l’impatto del velivolo ha causato anche un enorme rogo che ha coinvolto anche altre case vicine trasformando il quartiere quasi in un campo di battaglia. Decine di persone si sono date alla fuga e molte sono rimaste ferite o intossicate dal fumo. Alcune delle vittime sono completamente carbonizzate tanto che per identificarle è stato necessario l’esame del dna.


ORRORE A RIMINI: GIOVANE SI SPOGLIA E SI GETTA DALLA RUOTA PANORAMICA

Una tragedia si è compiuta a Rimini. Intorno alla mezzanotte di oggi 30 luglio un giovane si è gettato dalla ruota panoramica di Rimini. Secondo quanto emerso finora il ragazzo sarebbe salito sulla cabina numero 15, all’ultimo giro, una volta raggiunto il punto più alto dell’attrazione a quota 55 metri si sarebbe spogliato avrebbe scavalcato le porte di chiusura della cabina per poi lanciarsi nel vuoto. Diversi turisti e famiglie con bambini hanno assistito alla terribile scena. Non si conoscono al momento le generalità della vittima. Indaga la polizia.

Sul posto pochi minuti dopo la disgrazia sono arrivati gli uomini del 118 e un’auto medicalizzata. La ruota è stata evacuata e bloccata in attesa dei controlli della Polizia, intervenuta con una volante e la Scientifica. Stando ad una prima ricostruzione, sembrerebbero pochi i dubbi sul suicidio. Successivamente, sotto choc sono arrivati i familiari della vittima, a cui è toccato lo straziante riconoscimento.

LA FAMOSA ATTRICE DISTRUTTA DALLA SCLEROSI MULTIPLA “STO COMBATTENDO PER MIO FIGLIO”

Selma Blair, la famosa attrice americana, lo scorso 21 ottobre aveva reso noto di essere affetta da sclerosi multipla e da allora nulla è stato come prima.

Nelle scorse Selma ha pubblicato una foto a in cui si è mostrata senza capelli dopo le dure terapie a cui si è sottoposta. Il suo tono nel post pubblicato però è pieno di gioia per l’obiettivo raggiunto dalla fine delle dure cure. L’attrice scrive:
Oggi è un giorno importante. Sono stata dimessa dalle cure di un team incredibile di infermiere e un di un dottore visionario che crede nella mia guarigione tanto quanto ci credo io. È stato un processo lungo e continuerà ad esserlo.

“Sarò immunocompromessa per i prossimi tre mesi, per cui niente baci. Volevo assicurarmi che ogni tipo di complicazione potesse essere affrontato nel mio spazio privato e ce l’abbiamo fatta. Ringrazio tutti per l’amore e il supporto. Adesso vedo le cose in maniera molto più chiara e sono eccitata all’idea di aver condiviso questo percorso con voi quando mi sono sentita pronta a farlo. Al momento sto recuperando. Questo è il miglior regalo che potessi fare ad Arthur


GRAVISSIMO LUTTO PER ELENA SANTARELLI: SI È SUICIDATO LANCIANDOSI DALLA FINESTRA

Grave lutto per Elena Santarelli. Suo zio Vittorio si è tolto la vita gettandosi dall’ottavo piano di un palazzo di Latina. La notizia è arrivata da alcune  testate locali e i motivi del gesto sono ancora inspiegabili.

A dare una motivazione all’accaduto è stata proprio Elena Santarelli, che attraverso Instagram ha spiegato il perché del gesto: “Questa è la lettera che mio zio Vittorio ha lasciato a mia zia Clara (sorella di mia madre) ieri mattina sul tavolo prima di togliersi la vita dall’ottavo piano di un palazzo a Latina. Mio zio aveva una figlia (Daniela) con la sindrome rara di prader willi ,da 37 anni era l’ombra di sua figlia Daniela ,era insieme a mia zia un vero e proprio “care giver “dedicando tutte le sue energie alla figlia malata , e come tutti i care giver ci si sente lasciati soli ( non dalla famiglia ). Pochi gg fa aveva scoperto di essere affetto da una malattia ,questo è il secondo mostro di cui parla.


Questo gesto che ha compiuto può essere giudicato come atto di vigliaccheria ma non è così ,un gesto chiaro di un ultimo sacrificio verso la famiglia e verso tutte le famiglie che vivono questa condizione .zio Vittorio era una bella e brava persona che aiutava tutti con il sorriso sulle labbra e vorrei che tutti lo ricordassero per tutto quello che ha fatto prima di compiere qs gesto estremo. Zio voleva che si parlasse della prader willi e questo è’ il mio contributo al tuo volere zio Vito.ti vogliamo tutti bene zio ,hai lasciato un grande vuoto .il repost e’ gradito . #caregiver#ciaozioVito #tivogliamobene . Ci prenderemo tutti cura della tua famiglia ,
Con affetto , tua nipote Elena

È MORTO ANDREA CAMILLERI: ADDIO AL PADRE DI MONTALBANO

È morto Andrea Camilleri.Lo scrittore siciliano si è spento alle ore 08.20 di oggi all’Ospedale Santo Spirito di Roma.

Lo comunica “con profondo cordoglio” la Asl Roma 1. “Le condizioni sempre critiche di questi giorni si sono aggravate nelle ultime ore compromettendo le funzioni vitali”, fanno sapere i sanitari. “Per volontà del Maestro e della famiglia le esequie saranno riservate. Verrà reso noto dove portare un ultimo omaggio”, conclude.

“NOTTE D’INCANTO”, UNO SPETTACOLO UNICO NELLA SPLENDIDA CORTE DEGLI ANGELI A TRAVAGLIATO.

La Compagnia il Magico Baule, vi aspetta Sabato 20 Luglio a Travagliato (BS) presso la prestigiosa Corte Degli Angeli, per uno spettacolo Spettacolo/Evento/Happening davvero unico!

Andrà in scena, un nuovo e vario modo di fare spettacolo all’insegna di una buona causa. Il Magico Baule vi da il Benvenuto in una nuova sua ERA: NOTTE D’INCANTO. Danza, canto, acrobazia, giocoleria, recitazione, sartoria e tecnologia si fondono per aprire nuovamente il MAGICO BAULE. Testi, regia, organizzazione e direzione artistica a cura del M° Marcello Merlini. 

INGRESSO LIBERO dalle 20,00 in poi.

Per prenotare:

Fondazione Nulli – Ente del Terzo Settore Via Giuseppe Verdi, 13 Erbusco (Bs) Tel. +39 030 238 55 81 Cel. +39 3661669510

Per saperne di più sulla Compagnia de “Il Magico Baule”:        

  • Visita il sito: http://www.magicobaule.com
  • Puoi inoltre consultare la pagina Facebook ufficiale: https://www.facebook.com/magico.baule/about?lst=855525082%3A1552933516%3A1552987807
  • QUESTO ARTICOLO È STATO VISITATO DA: 12.855 UTENTI

MORTA LA FAMOSA ATTRICE: LUTTO NEL CINEMA

Addio a Barbara Valmorin, star del teatro (soprattutto per Luca Ronconi), ma anche attrice in tanto cinema. È morta all’età di 80 anni, come riferito dalla famiglia. Da qualche giorno risultava ricoverata al Policlinico Gemelli di Roma. La si ricorda in “Pasqualino settebellezze” di Lina Wertmuller, “L’aria serena dell’ovest” di Silvio Soldini e “L’amico di famiglia” di Paolo Sorrentino.
Barbara Valmorin era nata a Bari, ma aveva vissuto in Francia.

La sua carriera è stata prevalentemente teatrale. Diplomatasi nel 1961 all’Accademia d’Arte Drammatica di Parigi, lo stesso anno aveva debuttato sul palcoscenico per poi rientrare due anni dopo in Italia. Ha lavorato con Eduardo De Filippo ne “Il contratto”, con Antonio Calenda ne “Il desiderio preso per la coda”, con Franco Zeffirelli in “Sei personaggi in cerca d’autore”, con Furio Bordon in “Oblomov” e con Luca Ronconi nel suo celebre “Orlando furioso” e in altre opere come “La tragedia del vendicatore, “Partita a scacchi”, “Orestea”.
Sul grande schermo, ha esordito nel 1963  in “Senza sole né luna” per poi lavorare in molte serie e film per la televisione come “Nero Wolfe” (più recentemente, ha recitato in tv in “La stagione dei delitti”).

Ha avuto piccoli ruoli nel film candidato all’Oscar “Pasqualino settebellezze” della Wertmuller, in “Desideria – La vita interiore”, dal romanzo di Moravia, e in “Inganni”, pellicola sulla storia del poeta Dino Campana. Ha recitato in “Manila Paloma Bianca” e “Vecchie”, per cui ha vint il premio Miglior interprete femminile al Festival di Annecy. Presente poi in molte altre pellicole. 

“NON SOPPRIMETELA”: APPELLO DELLA MOGLIE DEL DOMATORE UCCISO DALLA TIGRE

“Non sopprimetela, non ha colpe. È stato mio marito che ha sbagliato un movimento” così la moglie di Ettore Weber, il domatore ucciso da una tigre durante l’addestramento in un circo Orfei a Triggiano, nel Barese, ha chiesto che al felino venga risparmiata la vita. Un appello pieno di dolore per la morte del suo compagno di vita per oltre quaranta anni e che assume contorni ancora più particolari se si pensa che la donna ha assistito con i sui occhi al dramma. Ettore stava facendo una esibizione privata come faceva spesso “per avere un contatto costante con gli animali” e la moglie lo assisteva dall’esterno della gabbia. “Io e lui avevamo un’intesa di 40 anni, con gli occhi ci capivamo. Qualsiasi allarme ce lo comunicavamo in un istante” ha sottolineato Loredana Vulcanelli al Il Giorno. Tutto però si è svolto così velocemente che il domatore non ha avuto nemmeno il tempo di fare un cenno.


“C’è un protocollo: mio marito prepara la carne dalla cintura e la dà quando le tigri fanno l’evoluzione. I felini escono dal carro e li posizioniamo nel tunnel vicino alla gabbia. La prima tigre è salita sullo sgabello, mio marito è indietreggiato mentre io facevo venire la seconda tigre. Lui ha fatto tre passi in più rispetto al solito e, girandosi, è finito sotto alla tigre” ha ricostruito  Loredana, chiarendo subito: “Gli altri felini non lo hanno aggredito. Sono tornate impaurite dentro il tunnel. La tigre che l’ha colpito, Sultan, non lo ha sbranato. Con una zampata Ettore è crollato in un secondo perdendo la vita con la giugulare recisa”. Dopo l’aggressione mortale, la tigre” è rimasta sopra mio marito, come a vegliarlo, come se si fosse resa conta dell’errore”, ha aggiunto la moglie di Ettore Weber.


“Il felino è un predatore, è stato un fulmine, con una zampata lo ha ucciso ma non ha colpe” ha ribadito Loredana chiedendo di non sopprimere l’animale, concludendo: “Se io mi avvicino a uno strapiombo per farmi un selfie, non è colpa del burrone se muoio. Le tigri le abbiamo cresciute col biberon nella roulotte ma sono sempre dei predatori”.

METEO BOMBA D’ACQUA SULL’ITALIA: NUBIFRAGI E FORTI TEMPORALI

Secondo le previsioni meteo di oggi 16 luglio e domani 17 luglio, la perturbazione che nelle scorse ore si è abbattuta su nord ovest del Paese e poi sul centro, da martedì scatenerà tutto il suo potenziale sulle regioni del sud. Un primo assaggio lo abbiamo avuto già ieri con intensi nubifragi a livello locale ma oggi nuvole e temporali saranno molto più diffusi, accompagnati in alcuni casi anche da grandinate e forti raffiche di vento. 

Le previsioni meteo per la giornata di domani 16 luglio, al contrario indicano una ripresa della nuvolosità al nord con sole nubi che si alterneranno nel corso del giorno anche se non ci dovrebbero essere fenomeni di rilievo in mattinata. Nel corso della giornata qualche rovescio sarà possibile su Alpi e Prealpi.

CUGINETTI TRAVOLTI DAL SUV: ESEGUITA L’AUTOPSIA SUL CORPO DI SIMOME

È stato eseguita ieri sera l’autopsia di Simone, il 12enne investito da un Suv in una stradina nel centro storico di Vittoria nella provincia di Ragusa guidato dal pregiudicato Rosario Greco. Il bambino è morto domenica mattina al Policlinico di Messina dove era stato ricoverato per l’amputazione delle gambe.

Secondo le prime informazioni, Simone potrebbe deceduto a seguito di una grave infezione. I funerali per dare l’ultimo saluto a al bimbo, si terranno mercoledì alle 16,00, giornata in cui verrà proclamato il lutto cittadino.

Ieri Luigi Di Maio, ha comunicato di aver cancellato gli appuntamenti in agenda per mercoledì 19 per partecipare al funerale del piccolo Simone. Lo ha reso noto l’ufficio stampa del Ministro del Lavoro. Lo stesso Di Maio, alla notizia del decesso del secondo bimbo, aveva commentato così: “È così grande la rabbia che viene da dire che per uno così non basta nemmeno il carcere. Sei un essere inumano se investi due bambini in quel modo. Poi fuggi e non presti soccorso. Mi viene la pelle d’oca solo a pensarlo.”


RITROVATO PEPPE, LO STUDENTE SCOMPARSO NEL NULLA: ECCO COSA GLI È SUCCESSO

Sta bene Peppe Cannata, lo studente di 26 anni scomparso da Scicli (Ragusa), lo scorso 10 luglio, in circostanze allarmanti. Il ragazzo, rappresentate del consiglio degli studenti all’Università, è stato riconosciuto e fermato da un agente nella stazione degli autobus di Modica mentre era diretto a Catania. Sarà lui stesso a spiegare ai suoi cari i motivi del suo allontanamento.

Peppe, iscritto alla Facoltà di Giurisprudenza a Catania, ma originario di Scicli era scomparso 5 giorni fa. Peppe era stato visto l’ultima volta mercoledì 10 luglio, alle ore 19, in via Rocca Romana, dove abita. Il ragazzo era uscito di casa senza documenti e senza portare con se  nulla che facesse pensare a un allontanamento volontario e dicendo ai coinquilini che avrebbe passato la notte fuori.

I familiari si erano mobilitati immediatamente per cercarlo. Dalla sua abitazione erano partite circa 250 persone, tra amici e familiari, organizzate in squadre di ricerca dirette in vari luoghi per cercare tracce del ragazzo scomparso. Appelli erano stati condivisi dagli amici anche sui social network, ma Peppe sembra svanito nel nulla.

GIOVANE MAMMA INVESTITA MUORE: LASCIA UN BIMBO DI 5 ANNI

Un altro terribile e mortale incidente si è verificato intorno alle 2 di notte di lunedì 15 luglio a Cava D’Aliga, frazione balneare di Scicli, in provincia di Ragusa. La vittima ê Martina Aprile, 25 anni e “mamma a tempo pieno”, come si legge sul suo profilo Facebook. Secondo quanto finora emerso la ragazza sarebbe stata letteralmente falciata da un’auto mentre con un collega aveva appena finito il suo turno di lavoro presso un ristorante della zona.

Stava gettando la spazzatura su viale della Pace, un rettilineo, quando è stata investita. Per lei non c’è stato nulla da fare: è deceduta quasi sul colpo e i sanitari del 118, giunti subito sul luogo, non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.

Il collega che era con lei è stato ferito in modo non grave; su di loro è piombata improvvisamente una autovettura Y10 travolgendoli per cause che sono ancora in via di accertamento. Martina lascia un figlio piccolo, di soli 5 anni, e un’intera comunità sotto choc, già fortemente provata dall’incidente verificatosi nella vicina Vittoria lo scorso giovedì, in cui hanno perso la vita i due cuginetti Alessio e Simone


“SONO IO L’ASSASSINO DI SAVONA”: DOMENICO MASSARI SI È COSTITUITO

E’ finita la fuga di Domenico Massari, il 54enne savonese che sabato sera – dopo averla ripetutamente minacciata – ha raggiunto ai bagni Aquario di via Nizza di Savona, l’ex compagna Deborah Ballesio, 39 anni, e le ha sparato sei colpi a bruciapelo uccidendola. L’uomo si è presentato a Sanremo e si è costituito. “Sono io l’assassino di Savona”, ha dichiarato agli uomini di guardia dopo aver esploso tre colpi di pistola in aria per farsi notare. Massari aveva con sé aveva ancora la pistola con la quale ha freddato la donna e ferito altre clienti del locale. Ora Massari si trova in stato di fermo in cella in attesa di essere interrogato dal pubblico ministero Chiara Venturi.  Le ricerche dell’uomo erano state estese in tutta Europa. Il killer ha consegnato anche l’arma del delitto, che gli inquirenti invece credevano avesse gettato in mare sabato sera.

Deborah Ballesio stava animando una serata karaoke quando si è vista raggiungere dall’ex, che l’ha colpita davanti a decine di persone terrorizzate non prima di averle detto: “Ti ricordi di me?”. Massari già in passato era stato in carcere proprio per aver minacciato e incendiato il locale di lap dance della sua ex. 

Nella sparatoria oltre ad uccidere l’ex, Massari ha ferito altre tre persone: una donna di 55 anni è stata colpita a una gamba e trasportata all’ospedale Santa Corona, una bimba di 3 anni, colpita di striscio, è stata curata con tre punti di sutura; un’altra donna, invece, con alcune schegge nella gamba, è stata condotta  al pronto soccorso e poi dimessa.


TRAGEDIA AL CIRCO ORFEI: MORTO SBRANATO DALLE TIGRI

Un addestratore di tigri è stato aggredito è ucciso da una delle sue tigri. Il dramma è avvenuto nel pomeriggio di oggi, 4 luglio, al Circo Orfei nelle campagne Triggiano, in provincia di Bari. La vittima è Ettore Weber, 61enne, che era tra i più famosi domatori italiani. Secondo le prime notizie, l’incidente sarebbe avvenuto durante le prove dello spettacolo. Il domatore stava addestrando quattro animali contemporaneamente quando è stato azzannato prima da uno, al quale si sono aggiunti gli altri tre. 

La tigre dopo aver morso e ucciso Weber avrebbe continuato a “giocare” con il suo corpo. Sul posto è immediatamente arrivata un’ambulanza del 118 e i Carabinieri. Il circo era a Triggiano dallo scorso 15 giugno e si sarebbe dovuto fermare fino al 14 luglio. Sula vicenda è stata aperta un’indagine