Monthly Archives: Giugno 2019

ARRESTATA LA MOGLIE DEL CANTANTE ITALIANO : HA RUBATO

Arrestata Nada O., la moglie del cantante napoletano Gianni Nazzaro. La donna è accusata di aver rubato all’interno dell’autogrill di Anagni sull’Autostrada A1 Roma-Napoli. Lo scorso 3 maggio sarebbe uscita con un Hoverboard della Ducati in vendita come giocattolo all’interno dell’autogrill La Macchia Ovest. Valore, circa 200 euro. Nada è riuscita ad eludere tutti i sistemi antitaccheggio, è uscita all’esterno dove è salita sull’automobile del figlio e del marito, che la attendevano nel parcheggio dell’area di sosta. La polizia ha rintracciato l’auto sospetta grazie all’aiuto delle telecamere di sicurezza.

La donna è stata fermata dai poliziotti della Stradale di Frosinone, che hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Frosinone. Secondo quanto ricostruito, i tre avevano ripreso l’autostrada verso sud perché erano diretti in Puglia, dove Nazzaro aveva in programma un concerto. L’articolo rubato è stato trovato e sequestrato all’interno dell’abitazione romana della coppia e ora la signora si trova agli arresti domiciliari con l’accusa di furto aggravato in concorso con il figlio, risultato proprietario dell’automobile utilizzata (forse a sua insaputa) per scappare dopo il furto all’autogrill. Secondo quanto emerso da successivi accertamenti, la donna avrebbe alle spalle precedenti specifici per furto.



È MORTA VALERIA VALERI: GRAVE LUTTO NEL CINEMA ITALIANO

È morta Valeria Valeri, attrice e doppiatrice italiana, presenza fondamentale sui palcoscenici teatrali ma anche in televisione, in tanti sceneggiati e fiction, da Il giornalino di Gian Burrasca a Un posto al sole e Un medico in famiglia. Storica compagna di vita di Enrico Maria Salerno, la Valeri si è spenta all’età di 97 anni. La notizia della morte è stata data dalla figlia Chiara Salerno. I funerali si svolgeranno il 12 giugno, alle ore 11,30 alla Chiesa degli Artisti di Roma in Piazza del Popolo.

Al secolo Valeria Tulli, la signora dello spettacolo italiano era nata a Roma l’8 dicembre 1921. Esordì a teatro nella stagione 1948-1949, debuttando a Forlì (che successivamente le diede la cittadinanza onoraria). Da allora, non ha mai smesso di recitare su palcoscenico, affermandosi come attrice brillante ma al contempo dotata di un grande spessore drammatico. Tra le altre, è stata protagonista in opere come Sacco e Vanzetti, La vita è sogno, L’anatra all’arancia, Trappola mortale, Anche i bancari hanno un’anima (con Gino Bramieri). Da notare che nel 2008 aveva recitato coi ragazzi di “Amici” di Maria De Filippi, nel musical Portamitanterose.it. Più rare le sue apparizioni al cinema: ha recitato sul grande schermo soltanto in 7 titoli tra il 1950 e il 1981 tra i quali ricordiamo  Le stagioni del nostro amore, con Enrico Maria Salerno, il film diretto da Alberto Sordi Io e Caterina e l’horror di Mario Bava Operazione paura.

Lunghissima, invece la carriera televisiva. I due ruoli più celebri restano quelli della signora Stoppani, madre dell’irrequieto Giannino alias Gian Burrasca (interpretato da Rita Pavone) nello sceneggiato musicale Il giornalino di Gian Burrasca diretto nel 1964 da Lina Wertmüller, e quello in La famiglia Benvenuti di Alfredo Giannetti (ancora accanto ad Enrico Maria Salerno), in cui impersonò ancora il ruolo di una madre apprensiva. Ha recitato anche in Disperatamente Giulia, Compagni di scuola, nella soap opera Un posto al sole e nella nona stagione di Un medico in famiglia, nei panni di Agnese Cordelli.

Non scordiamo poi il ruolo della nonna investigatrice in Una famiglia in giallo (2005), con Giulio Scarpati e Milena Miconi, un personaggio ispirato alla Jessica Fletcher de La signora in giallo, che ritornerà anche nella serie Il commissario Manara.
Importante, infine, la sua carriera come doppiatrice. Ha prestato la sua voce a grandi star internazionali e italiane come Natalie Wood, Maggie Smith, Julie Andrews, Lea Massari. 


ESPLOSIONE NEL PALAZZO DEL COMUNE: FERITO IL SINDACO E UN BAMBINO GRAVE

Un’esplosione si è verificata in una palazzina di tre piani a Rocca di Papa, vicino Roma. Nove le persone rimaste ferite tra cui il sindaco e tre bambini, uno dei quali portato in ospedale in codice rosso. Secondo le prime informazioni l’esplosione, dovuta probabilmente ad una fuga di gas, ha provocato il crollo parziale della facciata del palazzo che ospita il Comune e una scuola materna, dove alcuni bambini  sarebbero stati investiti da schegge di vetro e calcinacci.

Lo scoppio sarebbe derivato dalla   rottura di una conduttura del gas provocata da alcuni operai che stavano eseguendo lavori in strada. Sul posto oltre alle forze dell’ordine, anche il pm di turno Giuseppe Travaglini.