Monthly Archives: Aprile 2019

TERREMOTO IN SICILIA: PAURA PER LA POPOLAZIONE

Una scossa di terremoto è stata registrata poco dopo le 21 di ieri nel catanese. L’Ingv ha registrato una scossa di magnitudo 3.3, e l’epicentro sarebbe stato registrato al largo della costa a Sud di Catania, per la precisione a una profondità di 5 km.

Il sisma è stato sentito in modo chiaro anche a Catania, dove la popolazione ha avuto molta paura, anche se non sono stati segnalati danni a cose o persone. Alcuni utenti scrivono: “E ci risiamo…Ancora terremoto a Catania. Sono saltato in aria, di nuovo. La cosa brutta è che forse si ricomincia”.


VIRGINIA RAGGI INDAGATA PER ABUSO D’UFFICIO: LA NOTIZIA POCO FA

Sembra non cessare la bufera giudiziaria relativa al nuovo stadio della Roma, l’impianto sportivo della squadra capitolina che si sarebbe dovuto realizzare a Tor di Valle. Riguardo allo stadio il sindaco della Capitale, Virginia Raggi, non avrebbe fatto passare una variante in consiglio comunale ed è ora indagata per abuso d’ufficio.

Il gip del Tribunale di Roma, ha inoltre respinto la richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura capitolina relativamente alla posizione della Raggi e quindi si procederà ad indagini più approfondite. Secondo quanto si apprende, ciò che più pesa per l’amministrazione comunale è sapere che l’intera inchiesta sarebbe partita proprio grazie alla denuncia di una persona interna al Movimento 5 Stelle, proprio il  partito della prima cittadina.

A denunciare Virginia Raggi per la vicenda della variante non approvata in consiglio comunale, come riferisce Repubblica, sarebbe stato un esposto dell’architetto Francesco Sanvitto, come detto ex 5 Stelle. Secondo l’esposto, la valutazione del progetto del nuovo stadio non sarebbe stata affidata alla Commissione urbanistica dei due Municipi competenti, il IX e l’XI, come avrebbe voluto la prassi, bensì alla Commissione Sport dell’Eur: tutto per favorire ancora una volta l’imprenditore Luca Parnasi, il cui arresto ha dato il via all’inchiesta sullo stadio della Roma a Tor di Valle. Il sindaco Raggi, dunque, resta direttamente indagato nella vicenda.


L’ULTIMO SALUTO AL PICCOLO GABRIEL: IL SINDACO PROCLAMA IL LUTTO CITTADINO

Dopo l’autopsia, effettuata all’ospedale Santa Scolastica di Cassino, è stata fissata la data dei funerali del piccolo Gabriel. Il piccolo di soli due anni e mezzo è stato ucciso a Piedimonte San Germano, nella provincia di Frosinone, dalla madre, o forse dal padre, come vorrebbe una nuova ipotesi investigativa. Mercoledì 24 aprile, intorno alle ore 15, avranno luogo i funerali nella chiesa dell’Assunta di Piedimonte, proprio nella cittadina nella quale il bambino ha trovato orribilmente la morte.

Nell’obitorio dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino, è stata invece allestita la camera ardente dove si trova la salma del piccolo Gabriel. Il sindaco di Piedimonte San Germano, Gioacchino Ferdinandi, ha proclamato il lutto cittadino per la giornata di mercoledì 24 aprile, in occasione dei funerali di Gabriel.
La morte del piccolo Gabriel di due anni e mezzo resta avvolta ancora da un alone di mistero. Il 17 aprile, alcuni residenti a Piedimonte segnalano il corpicino di un bimbo riverso per strada proprio davanti alla casa in cui vive con i genitori: quando i soccorritori del 118 arrivano sul posto, per il piccolo Gabriel non c’è più nulla da fare. 

La madre, 29 enne Donatella Di Bona, riferisce alle forze dell’ordine che il bimbo è stato investito: la sua versione, però, non convince gli inquirenti, che la accompagnano in caserma; nella notte, la donna crolla e confessa di aver strangolato il figlio perché non la smetteva di piangere. Sabato 20 aprile, viene fermato anche il padre del bambino, Nicola Feroleto: secondo una nuova ipotesi investigativa, sarebbe stato lui ad uccidere Gabriel e a gettare poi il corpo in strada. Sulla morte del piccolo restano ancora molti interrogativi: i principali sono il dove e il quando.


TERRORE A PASQUA: ATTENTATI IN ALBERGHI E CHIESE. 190 MORTI E FERITI

Giornata di sangue in Sri Lanka, dove sono avvenute esplosioni in chiese e hotel: oltre 180 morti, è unʼecatombe. Secondo i media internazionali si tratterebbe di attentati suicidi. Tra le vittime anche decine di stranieri. La Farnesina è al lavoro.

Sei esplosioni simultanee sono avvenute nella domenica di Pasqua in tre chiese dello Sri Lanka, una delle quali nella capitale Colombo, e in altrettanti hotel del Paese frequentati da turisti. I morti accertati sarebbero 185, di cui almeno 35 stranieri, mentre i feriti sarebbero più di 500. A distanza di poche ore a Colombo sono avvenute altre due esplosioni. Il ministro della Difesa ha comunicato: “Identificati i responsabili”.


“IO NON MOLLO”. CAROLYN SMITH BALLA E MILLY CARLUCCI SI COMMUOVE IN DIRETTA

Carolyn Smith è tornata a ballare nello studio di Ballando con le Stelle e la commozione è stata evidente. La Smith come tutti sanno, è reduce da un duplice tumore che l’ha messa a dura prova tanto che le cure non sono ancora terminate. Nonostante la radioterapia e la chemioterapia, Carolyn Smith ha trovato il coraggio di mettersi alla prova fisicamente e dare così un messaggio di speranza  in diretta.

“È una persona veramente speciale per noi. In tutti i momenti bui di questi anni ci ha illuminato la strada: è una sorella per tutti noi e forse non siamo riusciti mai a dirle fino in fondo quanto le vogliamo bene. Stasera è davvero l’occasione per dirle: “Carolyn, sei una sorella per noi. Ti vogliamo tutti molto bene!”, ha dichiarato tra le lacrime Milly Carlucci mentre annunciava il ritorno di Carolyn Smith sulla pista di Ballando con le Stelle.

“Dopo il tumore ho perso la coordinazione, ho perduto tutto quello per il quale ho dedicato la mia vita. Quante volte ho pianto… ma io sorrido sempre”, ha aggiunto Carolyn Smith dopo la performance mentre tutti in studio si sono commossi. Sul led dello studio non è mancata la scritta “Io non mollo mai”.