SI È SUICIDATO ALBERTO RIZZOLI: ERA L’EREDE DELLA NOTA FAMIGLIA DI EDITORI

0
85

Si è suicidato il noto editore Alberto Rizzoli. L’imprenditore è stato trovato agonizzante in una tenuta in provincia di Pavia di cui era stato proprietario. Uno degli eredi della famosa famiglia di editori, si sarebbe suicidato sparandosi con un’arma da fuoco. A trovare l’uomo ormai in fin di vita è stato il guardiacaccia della tenuta Garzaia di Villarasca a Rognano, nel Pavese. 

L’uomo ha chiamato i soccorsi e Rizzoli è stato trasportato d’urgenza al Policlinico San Matteo di Pavia, dove è morto poco dopo il suo arrivo.

Alberto Rizzoli era il nipote di Angelo, il fondatore della casa editrice che negli anni Settanta del secolo scorso era divenuto il primo gruppo editoriale italiano. Era entrato  nell’azienda di famiglia già a 19 anni, per alcuni anni tra il 1974 e il 1979 Alberto Rizzoli ne era stato anche amministratore delegato. Dissidi col fratello Angelo lo avevano spinto a lasciare la Rizzoli e a fondare una propria casa editrice, la Quadratum.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.