Monthly Archives: Gennaio 2019

LA TORTA CHE STA FACENDO IMPAZZIRE IL MONDO: BASTANO 3 INGREDIENTI

La japanese cheesecake è una torta che arriva dal Giappone che ha riscosso successo in tutto il mondo grazie a un video diventato virale in rete, dove una ragazza nipponica preparava questo dolce con soli tre ingredienti (uova, cioccolato bianco e crema al formaggio). Questa torta è uno squisito mix tra una classica cheesecake e un soufflé che piace per la sua leggerezza e la sua consistenza tenera, tanto da essere conosciuta anche con il nome di cotton cake. Questo dessert si presta a diverse varianti personalizzate: ve lo proponiamo nella versione originale realizzata con tre soli ingredienti. Ricordate che la caratteristista principale, di questa torta è quella di essere soffice come una nuvola.Ecco dunque qualche consiglio e accorgimento preliminare per un’ottima riuscita della torta: per garantire la morbidezza e l’umidità interne del dolce le uova devono essere a temperatura ambiente e la cottura a bagnomaria. Attenzione anche alla temperatura del forno che non deve essere troppo alta, altrimenti si rischiano delle crepe sulla superficie. Una volta in forno, non bisogna mai aprire lo sportello. Non vi preoccupate se mentre si raffredda la torta si abbassa, anche di molto: è normale.

Per gustare al meglio la japanese cheesecake, lasciatela riposare almeno 4 ore in frigorifero prima di servirla: sarà molto più saporita.

Ingredienti che occorrono per preparare la japanese cheesecake:

  • Tre uova
  • 120 g di cioccolato bianco
  • 120 g di crema al formaggio

Passiamo al procedimento:

Separate i tuorli dell’uovo dall’albume e lasciate raffreddare gli albumi in frigorifero.Preriscaldate il forno a 170 gradi per 6 minuti e, nel frattempo, fate sciogliere il cioccolato bianco, spezzettato, a bagnomaria (o al microonde) montate a neve ferma i bianchi d’uovo. Mescolate il cioccolato bianco fuso e fatelo intiepidire; una volta fatto incorporatelo agli albumi. In un recipiente amalgamate il formaggio spalmabile con i tuorli fino ad otterrete un composto omogeneo che andrete ad unire agli albumi con il cioccolato. A questo punto l’impasto è pronto per essere infornato.

La cottura va effettuata a bagnomaria: mettete la tortiera con all’interno l’impasto della torta in un’altra teglia più grande riempita di acqua bollente. Cuocete per 15 minuti a 170 gradi, poi ancora 15 minuti ma a 160 gradi.Una volta spento il forno, lasciare riposare la torta nel forno chiuso per  per altri 15 minuti. Quando la torta sarà del tutto raffreddata, cospargete di zucchero a velo.

GIAMPIERO GALEAZZI SVELA LA SUA MALATTIA: MARA VENIER LASCIA LO STUDIO

Nella puntata di Domenica In del 13 gennaio 2019, è tornato Giampiero Galeazzi, che aveva già commosso tutto il pubblico durante la sua precedente ospitata in trasmissione. Anche questo ritorno è stato un’occasione per un viaggio nel passato, con tanti filmati e ricordi della storica stagione di Domenica In in cui il celebre “Bisteccone” e Mara Venier hanno lavorato insieme. Giampiero ha chiarito quali sono i suoi problemi di salute.

Dopo la prima apparizione da Mara Venier del 30 dicembre, si era diffusa la convinzione che Galeazzi fosse malato del morbo di Parkinson. Si trattava solo di voci, su cui la Venier aveva preferito non indagare nel corso dell’intervista. Stavolta, ci ha pensato lui stesso a fare chiarezza, smentendo di avere questa malattia e spiegando perché nella precedente occasione era sulla sedia a rotelle:

“Ho sbagliato a presentarmi in quel modo. La verità è che sono reduce da un’operazione al ginocchio sinistro, mi muovo con le stampelle. Lo studio era pieno di cavi e per non rischiare, un assistente ha pensato bene di mettermi su una carrozzina. Il Parkinson? Non ce l’ho. Ho problemi di diabete. La salute va su e giù, come sulle montagne russe. Ho sbalzi di pressione, gonfiore alle gambe. Quando mi emoziono, mi tremano le mani, ma non sono messo così male. A 72 anni ho anche perso un po’ di chili”.

È MORTA SISSY TROVATO MAZZA: L’AGENTE FERITA DA UN COLPO DI PISTOLA

Sissy Trovato Mazza, la giovane agente della polizia penitenziaria che era in stato vegetativo da due dopo essere stata colpita da un colpo di pistola, è morta; la giovane è spirata dopo una grave infezione. Il decesso è avvenuto alle ore 21 e 10 di sabato 13 gennaio nella casa di famiglia a Taurianova (Reggio). Le condizioni della ragazza, erano stabili ma disperate da due anni e si sono aggravate nel corso delle ultime 48 ore. Nelle scorse ore Sissy era stata ricoverata in rianimazione al vicino ospedale di Polistena, dove i medici hanno notato la gravissima infezione lasciandola tornare a casa dove ha compiuto il suo ultimo respiro.

La notizia a Fanpage.it è stata data dalla sorella Patrizia e il comitato civico Sissy La Calabria è con te, nella persona di Jo Pinto. In queste ore, intanto tutta la comunità di Taurianova piange la giovane concittadina e servitrice dello Stato. “Non doveva finire così”, “Rip guerriera”, sono alcuni dei centinaia di commenti apparsi sotto il post che annuncia la morte della ragazza su FB, nel gruppo del comitato civico Sissy la Calabria è con te, dove si legge: “Tra le tante e tante stelle questa sera si è aggiunta un’altra che tra tutte è la più bella, illumina la Terra con quel sorriso radioso: questa nuova Stella ha un nome, si chiama Sissy La Guerriera”.

MIA MOGLIE HA L’ALZHEIMER: LINO BANFI IN LACRIME PER LA MOGLIE

Sul web si è diffusa una dichiarazione veramente toccante fatta dall’amatissimo attore Lino Banfi a sua moglie. Le sue parole hanno toccato il cuore di migliaia di persone che hanno condiviso la notizia nelle loro bacheche Facebook. Quella di Lino, è la dichiarazione di un uomo che sta soffrendo per la malattia di sua moglie, ma nelle sue parole si sentono comunque la grandissima stima e il grande amore che prova per la consorte.Lino in una recente intervista ha confessato: “Non riesco ad accettare che la mia consorte non stia bene”. Il nonno più amato d’Italia ha confessato di aver aspettato tantissimo il giorno in cui sarebbe andato in pensione per poter fare un viaggio o andare in crociera con sua moglie.
Purtroppo ciò non sarà possibile perché Lino ha confessato: “Non ci possiamo muovere per via della sua malattia. Mia moglie ha l’Alzheimer”. L’attore ha poi dichiarato che la moglie gli sorride e che sa perfettamente a cosa andrà incontro. A volte preoccupata gli chiede cosa farà quando non lo riconoscerà più. Lino per rassicurarla, le dice sempre: “Ci ripresenteremo un’altra volta”. Come avviene nel romanzo di Nicholas Sparks ‘Le pagine della nostra vita’.