Monthly Archives: Novembre 2018

MOTOGP GP VALENCIA 2018: LORENZO ULTIMA GARA IN DUCATI. LE PAROLE DI DALL’IGNA

Domenica andrà in scena l’ultima gara di MotoGP 2018 e anche l’addio di Jorge Lorenzo alla Ducati. Una stagione quella del maiorchino fatta di grandi delusione nelle prime gare, ma più di grandi soddisfazione nelle ultime tanto da lasciare un po’ l’amaro in bocca ai tifosi. Gigi Dall’Igna intervistato da Sky Sport ha parlato proprio dell’addio tra Ducati e Lorenzo:

“Non si può dire che sia mancato qualcosa al pilota. In questi casi manca qualcosa all’insieme. Di sicuro avevo aspettative diverse, pensavo che non servisse un anno di ambientamento per poter esprimere il suo potenziale sulla nostra moto. In realtà le cose sono andate in modo un po’ diverso. Non dall’inizio, ma da quest’anno siamo riusciti a dimostrare che poteva andare forte anche con la Ducati. Di cose belle ne abbiamo fatte comunque tante, siamo stati tutto sommato anche sfortunati perché nel finale della stagione avremmo potuto capitalizzare di più, ma purtroppo ha dovuto saltare molte gare. Ora è all’ultimo GP con noi, penso dispiaccia a entrambi, ma ormai le cose non si possono cambiare e dobbiamo andare avanti da nemici”.

STRADE FAMIGLIARE: MARESCIALLO UCCIDE LA MOGLIE E LA COGNATA E SI SUICIDA

Ennesima strage familiare a Vairano Patenora, dove un maresciallo della guardia di finanza, ha ucciso la moglie e la cognata a colpi di pistola e poi si è suicidato. Si tratta di Marcello De Prata, 52 anni,  in servizio al Comando Provinciale di Napoli. La tragedia è avvenuta in una cartoleria di via Roma. L’uomo secondo una primissima ricostruzione sarebbe entrato all’interno del negozio di proprietà della moglie e ha sparato uccidendola insieme alla sorella e ferendo poi i suoceri. De Prata ha poi rivolto la pistola contro sé stesso per suicidarsi e ogni soccorso è stato inutile: è deceduto poco dopo.

Non sono ancora chiari i motivi di questa terribile tragedia. Secondo le prime informazioni, i due si stavano separando e c’erano stati alcune liti che avevano coinvolto anche i famigliari, ma l’uomo non era mai stato denunciato in precedenza. I carabinieri stanno indagando sul caso. La coppia lascia due bambini.

RITIRATI DA TUTTI I SUPERMERCATI: RISCHIO CHIMICO

Ennesimo ritiro alimentare da par del Ministero della Salute; poche ore fa si è appreso del ritiro dei Marshmallow Palla Rossa “Le Monelle” per presunto rischio chimico. Il Ministero della Salute ha ordinato il richiamo del lotto di produzione 0618, poichè non conforme per valori eccedenti il limite di 300 grammi per kg del colorante E124. Dunque questo ritiro è avvenuto per il troppo colorante presente nel prodotto del lotto indicato.

La decisione è stata comunicata con una nota apparsa sul sito internet ufficiale del dicastero, dove si indica che il prodotto ha data di scadenza per il 26 agosto 2019 e venduto nella busta da 1000 grammi. Questo colorante, se assunto in dosi superiori a quelle stabilite dalle nostra legge, può avere effetti collaterali che vanno dall’asma all’insogna o manifestazioni di iperattività. 

 

È NATO: GRANDISSIMA GIOIA PER IL CANTANTE ITALIANO

È diventato papà! Grande gioia in casa Negramaro. Arriva la più bella delle notizie dopo  il periodo difficilissimo per Lele Spedicato; il chitarrista dei Negramaro che il 17 settembre scorso era stato colpito da un’emorragia cerebrale oggi è diventato papà. Poi, più di un mese dopo, Spedicato è stato dimesso dall’ospedale e trasferito in un centro specializzato dove affronterà un programma di recupero e riabilitazione. A dare il lieto annuncio della nascita del “primo maschietto in casa Negramaro” è stata la moglie del chitarrista, Clio Evans che you social scrive:

“Benvenuto Ianko Spedicato. Finalmente sei arrivato. Primo maschietto in casa Negramaro”, il post è già diventato virale e ha raccolto tantissimi like e commenti di congratulazioni. Il piccolo Ianko è nato poco dopo la nascita della figlia di Giuliano Sangiorgi, il cantante della band salentina.

IMG_5742

GRAVISSIMO INCIDENTE SULL’AUTOSTRADA A10: C’È UN FERITO GRAVE

Gravissimo incidente stradale poco fa in autostrada che ha provocato il ferimento di almeno tre persone. Il sinistro è avvenuto poco dopo mezzogiorno, lungo l’autostrada A10 Genova Ventimiglia, tra Imperia Ovest e Arma di Taggia. Per cause ancora da accertare, c’è stato un tamponamento a catena che è partito da un furgone con targa romena che avrebbe inizialmente tamponato molto violentemente un tir lituano. Il furgone si è completamente distrutto nell’incidente sarebbero rimaste coinvolte anche due automobili, una Renault Clio e un Suzuki Vitara.

Il conducente della Renault Clio è stato trasportato in codice verde all’ospedale di Imperia. Il conducente del camion lituano è stato invece portato in codice giallo all’ospedale di Sanremo mentre il ferito più grave, trasportato in codice rosso sempre a Sanremo, è il conducente del furgone che ha innescato l’incidente. 

OMICIDIO A SUICIDIO AD AVVELINO: ACCOLTELLA LA FIDANZATA E SI LANCIA DALLA FINESTRA

Omicidio e tentato suicidio ad Avellino; poco fa un uomo ha accoltellato alla gola l’ex compagna e ha ucciso una persona che era in casa con loro. L‘uomo dopo l’omicidio, si è barricato in casa non appena ha notato l’arrivo della polizia municipale minacciando di far esplodere l’appartamento con il gas. inutili i tentativi di mediazione: dopo qualche minuto l’uomo si è lanciato dal balcone cadendo al suolo davanti alle persone che circondavano l‘appartamento, richiamate. L’ex compagna, che è scappata è grave in ospedale.

L‘accoltellamento è avvenuto per motivi passionali. La convivente dell’uomo è una 18enne e l’omicida e suicidato, si chiamava Gian Marco Gimmelli di 32 anni. La lite per motivi passionali, è degenerata in una colluttazione dove l’omicida ha estratto un coltello e ha colpito più volte la donna ferendola gravemente.

ADDIO A TOMMASO: MORTO A 19 MESI PER UNA RARA MALATTIA

Addio a Tommaso, morto a 19 mesi per una malattia rara: “Stava bene fino a un anno”. Il piccolo Tommaso Prataviera è spirato ieri a pochi mesi da una malattia rarissima sconosciuta anche alla medicina. I genitori hanno deciso di donare le ricerche sul Dna del figlio in modo che possano essere utilizzate per capire la malattia e salvare altri bambini nelle stesse condizioni. Era stato bene per un anno, poi all’improvviso i primi sintomi che in poco tempo di sono aggravati sempre di più fino a portarlo alla morte ad appena 19 mesi.

Questa è la terribile storia del piccolo Tommaso Prataviera, un bimbo San Donà di Piave che è morto nelle scorse ore. Visite specialistiche e analisi cliniche approfondite infatti non sono riuscite a stabilire con certezza il male incurabile che lo aveva colpito: una malattia rarissima, sconosciuta anche alla medicina. Il piccolo si è spento ieri all’ospedale di San Donà dopo una crisi epilettica che lo aveva colpito.

È STATO RITROVATO: ERA SCOMPARSO DA 3 SETTIMANE

È stato ritrovato Reda Kaoutari, il giovane di 15 anni che era scomparso dal 23 ottobre da Seregno. L’adolescente è stato ritrovato, vivo a Roma. Il ritrovamento è avvenuto nella serata di martedì 13 novembre dopo una segnalazione arrivata alla famiglia. Il papà di Reda è partito per Roma e ha riportato il figlio a casa. Ora dopo il grandissimo spavento, la famiglia dovrà chiarire il motivo dell’allontanamento figlio minorenne per evitare che accada anche in futuro.

Il giovane già in passato si era allontanato volontariamente da casa, ma era sempre ritornato dopo qualche giorno. Questa volta però il giovane era sparito da tre settimane e la cosa stava iniziando a farsi molto preoccupante, I famigliari allarmati dal passare del tempo, avevano subito fatto denuncia di scomparsa ai carabinieri e avevano e poi scritto diversi appelli sui social network. Quest’ultimo tentativo si è rivelato efficace in quanto qualcuno ha infatti avvistato il ragazzo a Roma e informato la famiglia.

SCOMPARSA EX MISS ITALIA: LA MAMMA CHIEDE AIUTO A CHI L’HA VISTO

Nel 2003 aveva partecipato al concorso di bellezza ”Miss Italia” con il numero 92 e aveva vinto la fascia ”Meri Ragazza In Gambissime Lombardia”, Maria Franzoso Erokhova, 32 anni, è scomparsa. È stata proprio la mamma a lanciare un appello nel programma Rai ”Chi l’ha visto?”, nella puntata che è andata in onda mercoledì 14 novembre 2018.

 

Temo che le sia successo qualcosa di brutto. Ho bisogno di abbracciarla, di sentire il suo profumo, di toccarle i capelli”, ha raccontato in lacrime la mamma. La donna ha raccontato poi qualche aneddoto sulla vita della figlia. Maria è stata fidanzata per un anno con un componente della boy band ”Blue”, Lee Ryan. ”Maria si trovava ad un evento e Lee le aveva dedicato una canzone al pianoforte. Da quel momento hanno iniziato a frequentarsi e lui l’ha convinta a trasferirsi a Londra. Maria ha così iniziato la carriera di modella in Inghilterra, ma spesso tornava a casa dove aveva ancora degli interessi”. 

 

‘Era proprietaria di alcuni appartamenti a Milano e aveva un mutuo da pagare. La storia con il cantante del gruppo è finita dopo un anno ma Masha ha deciso di restare a vivere a Londra. Ci siamo sentite quattro mesi fa, lei mi ha detto che avrebbe chiamato ma da quel momento è scomparsa nel nulla. Adesso sono molto preoccupata, perché lei non avrebbe mai fatto perdere le sue tracce senza dirmi niente”.

 

CARNE E PESCE SCADUTI NEI SUPERMERCATI: SCANDALO IN ITALIA

Carne scaduta, frutta e pesce vecchio il tutto viene venduto tranquillamente nei nostri supermercati. Il caso shock è stato descritto nell’inchiesta di Giulio Golia a Le Iene e gli alimenti scaduti sopra descritti sarebbero presenti in molti supermercati in Italia. A denunciare i gravissimi fatti sono stati proprio i commessi dei supermercati che senza svelare la loro identità, hanno confessato ciò che accade realmente per porre fine a questo scandalo. È abitudine nei reparti rietichettare questi prodotti per evitare meno sprechi possibili. Io ho girato in quattro diversi centri commerciali e tutti e quattro fanno la stessa cosa», spiega a Giulio Golia uno dei commessi.

 

«Si ritira il prodotto che oggi è scaduto, si sconfeziona, si riconfeziona e si ricambia l’etichetta. E la scadenza si va a cambiare. Anziché esser scaduto oggi, scadrà domani, dopodomani, dipende dal prodotto. Così finché proprio non è a livelli di indecenza che lo apri e senti puzza”.Fai conto che oggi sia il 2. Io metto in vendita una salsiccia scaduta l’1, cioè ieri. Domani però che è il 3 se la carne scaduta è ancora lì io la rimpacchetto con la data del 3. E se non viene venduta il 4 la rimetto in vendita con la data del 4, ma è sempre quella scaduta l’1», racconta una donna. «Questo avviene in tutti i reparti, non solo in macelleria con la carne scadutaFrutta, verdura, pescheria, gastronomia, panetteria, in salumeria, nelle vachette dell’insalata russa. Se nella faccia del formaggio inizia a esserci muffa si può pulire, riconfezionare e rimettere fuori in vendita. In pescheria tutte le sere tirano su il pesce confezionato, lo scartano, lo ghiacciano, lo mettono nelle casse di polistirolo, lo mettono in cella. La mattina il caporeparto arriva, prende e rietichetta tutto con la data del giorno, non solo la carne scaduta. Questo avviene tutti i giorni, la data viene cambiata anche 20 volte, finché il pesce non puzza.