Monthly Archives: Novembre 2018

LUTTO NEL CALCIO FEMMINILE ITALIANA: È MORTA A SOLI 19 ANNI

Il calcio femminile italiano è in lutto per l’improvvisa scomparsa di Verena Erlacher. La giovane aveva solto 19 anni e purtroppo restano ancora ignote le cause del decesso; Verena aveva giocato per quasi tutta la sua carriera nella squadra del Sudtirol Damen ed era una centrocampista. Era oiginaria di Lagundo e negli ultimi mesi alcune tristi videndedella sua vita privata le avevano causato dolore.

 

“Tutto il CF Sudtirol Damen è vicino alla famiglia Erlacher per la perdita della figlia Verena. Noi Verena la vogliamo ricordare con il sorriso, la gioia e la passione che lei sapeva darci in campo e fuori. Avremmo voluto rivederla con i nostri colori ma qualcosa di più grande di tutti noi, il tempo, la vita, non ce lo ha permesso. La salutiamo nel modo che a lei faceva ridere quando lo ripeteva dopo le prima volte che lo aveva sentito…ciao poppa !”.

È MORTO IL REGISTA MAX CROCI: SI È SPENTO A SOLI 51 ANNI

È morto a 51 anni il regista Max Croci. La notizia è stata comunicata da Sky, per cui lui stesso aveva collaborato in passato. Si è spento dopo una terribile malattia. Il suo film d’esordio è stata la commedia romantica Poli opposti con protagonisti Luca Argentero e Sarah Felberbaum. Il film è stato poi seguito da Al posto tuo, sempre con Argenterò, Stefano Fresi e Ambra Angiolini.

L’ultimo film di Croci è stato “La verità, vi spiego, sull’amore” una commedia, tratta dal libro omonimo e dal blog di Enrica Tesio Ti asmo. In questo film il regista aveva richiamato Ambra Angiolini, insieme a Carolina Crescentini, Massimo Poggio e Giuliana de Sio. I funerali si celebrano sabato 10 novembre alle ore 14,00 nella Chiesa dei Frati a Busto Arsizio.

TIR PRENDE FUOCO IN GALLERIA SULL’A1: AUTOSTRADA CHIUSA IN DIREZIONE FIRENZE

Oggi pomeriggio intorno alle 14.15 lungo la A1 Direttissima, è stato chiuso il tratto compreso tra l’allacciamento con la A1 Panoramica località La Quercia e Firenzuola, in direzione di Firenze, a causa di un autocarro in fiamme nella galleria Poggio Civitella, all’altezza del chilometro 19, lo rende noto Autostrade per L’Italia.

La società ha inoltre specificato che non ci sono feriti e altri veicoli all’interno della galleria. Agli automobilisti che da Bologna sono diretti verso Firenze si consiglia di utilizzare la A1 Panoramica. Sul posto, oltre al personale della Direzione quarto Tronco di Firenze, sono intervenute le pattuglie della polizia stradale, i vigili del fuoco e i soccorsi meccanici, che dopo avere domato l’incendio stanno procedendo nelle operazioni di rimozione del camion e di ripristino del manto stradale. La galleria, quindi, verrà verosimilmente riaperta solo nelle prossime ore, quando non ci saranno pericoli per gli altri utenti della strada.

CADUTO AEREO DI LINEA IN RUSSIA: SONO TUTTI SALVI

Nella mattinata di oggi, giovedì 8 novembre uno spaventoso incidente aereo è avvenuto in Russia e solo per miracolo non si è trasformato in tragedia. Un velivolo Antonov An-2 che stava effettuando un volo di linea interno, poco dopo il decollo ha riscontrato grossi problemi e fallito il tentativo di ritornare allo scalo di partenza ha finito per schiantarsi in una zona ricoperta da foreste nella regione dell’Arkhangelsk nell’estremo nord della Russia europea. A bordo del velivolo, oltre ai membri dell’equipaggio i passeggeri erano 11 tra cui un bambino, fortunatamente tutti salvi.

A renderlo noto sono le agenzie di stampa russa. Ad avere la peggio, nell’incidente è stato il pilota, soccorso e trasportato nel ospedale più vicino della zona, solo lievi contusioni per gli altri. Stando ai rapporti preliminari, poco prima dell’impatto l’aereo aveva lanciato un Sos al centro di controllo del traffico aereo regionale dicendo di voler tornare indietro, ma dopo aver perso il contatto radio è precipitato tra gli alberi. L’incidente è avvenuto intorno alle 11:30 e da una prima ipotesi la causa è imputabile alla formazione di ghiaccio sulla fusoliera e sulle ali dell’aereo.

L’agenzia Interfax ha reso noto che l’area dell’incidente è particolarmente difficile da raggiungere via terra e per questo i soccorsi sono stati inviati sul luogo con elicotteri Mi-8 . Dieci passeggeri dell’aereo  sono stati portati all’aeroporto di Talagi, mentre un altro passeggero, un utente di sedia a rotelle, due membri dell’equipaggio e quattro piloti della base di ricerca e soccorso regionale di Arkhangelsk sono stati  portati da un altro elicottero all’aeroporto di Vaskovo. L’aereo ha riportato danni  irreparabili visto che sia le ali che il telaio sono stati completamente distrutti. Sul caso è stata aperta un’indagine per violazione degli standard di sicurezza aerea.

ALLATTA AL SENO LA FIGLIA DI 9 ANNI: CRITICATA SUL WEB “SEI UNA PEDOFILA”

Questa storia ha letteralmente fatto il giro del mondo e la protagonista è Sharon Spink è una 50enne inglese che ha confessato in pubblico di aver allattato sua figlia fino all’età di 9 anni. Ha smesso solo quando sua figlia Charlotte ha chiesto di non voler più il “latte di mamma”. “Per me è stata una cosa assolutamente normale e ha creato un legame permanente tra noi” ha detto la donna di Sherburn-in-Elmet, nel North Yorkshire, ad alcuni media britannici. Sharon, ha compiuto questo bizzarro gesto perchè crede fermamente nello svezzamento a termine naturale, ovvero sostiene che sua figlia è sana e in questi anni raramente si è ammalata “solo grazie alle proprietà benefiche” del suo latte.

Sharon vuole abbattere il concetto che l’allattamento fino a tali età sia sbagliato “molte mamme là fuori che lo fanno” ha detto. “È bello che il bambino abbia il controllo, piuttosto che forzare la fine dello svezzamento. È stato un processo graduale e una sua scelta. Negli ultimi tempi si è nutrita del mio latte una volta al mese quando non si sentiva bene”.

Oggi come oggi sono due mesi che Sharon non allatta Charlotte. “Mi ha detto che si sarebbe fermata quando avrebbe compiuto 10 anni, che sarà ad aprile del prossimo anno, ma sembra che la fine naturale sia arrivata prima, anche se le avrei permesso di continuare per tutto il tempo che desiderava. Non mi sento triste per questo, anche se un po’ quella sensazione mi manca. Non abbiamo mai avuto una discussione sul fatto che dovesse smettere oppure no. Spero solo che quando sarà più grande, ricorderà anche lei quella sensazione di conforto e sicurezza”

“Ho allattato al seno i miei primi due bambini per un paio di settimane e mia figlia Isabel per circa sei mesi, ma mi sono imbattuta in alcuni problemi e sentivo che c’era una mancanza di supporto. Ero determinata a farlo funzionare per Charlotte” dice la donna. Fino all’età di cinque anni Charlotte si nutriva tre volte al giorno, misura che si è gradualmente ridotta negli ultimi quattro anni fino a quando lo ha fatto circa una volta al mese. Ovviamente ci sono stati commenti negativi. Ma alla fine so che si tratta dei soliti leoni da tastiera. Sono stata chiamata con ogni nome. Mi è stato detto che si trattava di abusi sui minori, sono stato definita pedofila e dipinta come un mostro”, e conclude: “Io voglio solo che le altre mamme si chiedano: ‘ dovrei o non dovrei farlo? Questo è normale e la loro deve essere una scelta”.

MARCO MENGONI HA UN NUOVO FIDANZATO: ECCO CHI È

Marco Mengoni è stato paparazzato dal sito Tabloit con un misterioso ragazzo, durante una cena in un ristorante di cucina argentina. L’atmosfera del posto è senza dubbio romantica, quindi fa pensare  che il cantante si sia veramente fidanzato. Il giorno successivo Mengoni è stato visto con il misterioso uomo, mentre facevano la spesa in un supermercato.

 

 

Il cantante ha cercato di coprirsi con il cappuccio, ma ciò non è servito poichè è stato comunque riconosciuto dai paparazzi. Queste che vi mostriamo sono immagini che raccontano di un rapporto speciale, anche se Mengoni non h mai voluto dichiarare il suo orientamento sessuale. Le voci e i rumors sul suo conto, negli anni, sono stati numerosi. ”Mi piace il mistero, l’ambiguità e giocare su questo fatto. Io prendo esempio da tanti artisti che su questo hanno costruito la loro carriera, da David Bowie a Renato Zero” dichiarò il cantante in un’intervista.  In questi giorni Marco Mengoniinoltre sta promuovendo il suo nuovo album ”Atlantico”.

 

TRAGEDIA SUL LAVORO: MUORE MURATORE DI 38 ANNI INFILZATO DAL CANCELLO

Pier Claudio Mangherini, un muratore di 36 anni di Comacchio, è morto ieri dopo essere caduto da un’impalcatura. L’uomo è stato sfortunatamente trafitto da un’inferriata mentre stava lavorando alla ristrutturazione della facciata di un edificio nei pressi del centro storico quando, per cause ancora in corso d’accertamento, il fondo dell’impalcatura ha ceduto facendolo cadere nel vuoto. Il muratore è finito sull’inferriata a punta del cancello dell’abitazione, che l’ha trafitto causandogli una gravissima emorragia interna. Immediata la richiesta di soccorso.

Sul posto è arrivato il 118 e un’eliambulanza da Ravenna, insieme ai vigili del fuoco a cui è toccato il compito di tagliare l’inferriata per consentire ai sanitari di soccorrere il muratore. Purtroppo però per Pier Claudio non c’è stato nulla da fare. Sul posto della tragedia, oltre ai carabinieri di Comacchio e al personale della Medicina del lavoro dell’Ausl, sono anche i familiari della vittima.

FURGONE COLPISCE ALA DI UN AEREO: PAURA A LINATE

Grande paura all’aeroporto di Milano Linate, dove questa mattina intorno alle 10,30 si è verificato un incidente tra un aereo e un furgoncino. Il mezzo a quattro ruote, avrebbe colpito un’ala dell’aere che quel momento in sosta. Secondo le prime un Az1293, di Alitalia, era al finger in attesa della partenza per Napoli.

A bordo, tra i 76 passeggeri, che non hanno riportato ferite, anche il rapper Ghali, diretto nella città partenopea, per il concerto in programma stasera. Il cantante ha pubblicato sul suo profilo Instagram diverse storie per raccontare cosa è successo. 

MORTA 15 ENNE ALLERGICA: CONDANNATI I DUE RISTORATORI

È giustizia per Megan Lee. Era iniziata così la battaglia legale della 15enne britannica morta per un attacco d’asma il primo gennaio 2017 e a quasi due anni di distanza i giudici della Manchester Crown Court hanno potuto stabilire, forti di prove schiaccianti, che i responsabili della sua morte sono proprio il proprietario del ristorante, il 40enne Mohammed Abdul Kuddus, e il manager 38enne Harun Rashid. La morte di Megan è stata dovuta a un kebab e altri cibi ordinati online con un’amica tramite JustEat e confezionati dal takeaway indiano Royal Spice di Oswaldtwistle, nel Lancashire.

I due sono stati condannati rispettivamente a due e a tre anni di carcere per aver ignorato totalmente le indicazioni che Megan Lee aveva scritto a chiare lettere nell’ordine: allergica a gamberi e noci. Un’indicazione presa alla leggera, come se si trattasse di una cosa di poco conto: una sottovalutazione che a Megan Lee è costata la vita, visto che il cibo fornito era contaminato da arachidi che hanno scatenato nella ragazza una reazione allergica fatale.

ROCCO CASALINO SPUNTA UN VIDEO: “I VECCHI I DOWN MI FANNO SCHIFO”

A Rocco Casalino i down fanno schifo e lo stesso vale per gli anziani. Il portavoce del presidente del consiglio ha scatenato nuovamente polverone. Secondo le ultime news, il celebre sito Dagospia ha scovato e pubblicato un video di ArcadeTv7 nel quale si vede Casalino seduto su una cattedra davanti a una classe. A creare lo scandalo è stato quello che dice sugli anziani e sui ragazzi affetti dalla sindrome di Down.

“Da bambino, da sempre, i vecchi mi fanno schifo. E tutti i ragazzi down…mi danno fastidio. Non ho nessuna voglia di relazionarmi a loro, nessuna voglia di aiutarli, poveretti che gli è capitata sta cosa ma non voglio occuparmene…”, afferma Casalino.

Alle critiche Casalino ha risposto nel seguente modo: “È come se fa schifo il ragno…io provo fastidio…è imbarazzo, non so come spiegarlo, non voglio perderci tempo…non mi va di stare con i vecchietti, non voglio stare dietro ai bambini, non voglio fare bambini, non mi va di stare dietro a uno che è down, che non capisce niente…”.

TERREMOTO IN TOSCANA: SCIAME SISMICO A CASTIGLIONE D’ORCIA

Terremoti a Castiglione d’Orcia: lo sciame sismico è stato avvertito dalla popolazione, che, per la paura si è riversata in strada. Undici scosse di terremoto (la più forte è stata di magnitudo 2.4, tutte ipocentro tra 7 e 10 km) sono state registrate dalla Sala Sismica INGV-Roma questa mattina, dalle 06:01 alle 06:57, a Castiglione d’Orcia, in provincia di Siena. Il sindaco Claudio Galletti ha emesso ordinanza di chiusura delle scuole. Fortunatamente non si segnalano danni a cose o persone. 

SAMMAURESE IN LUTTO: È MORTO A SOLI 28 ANNI UN MASSAGGIATORE

Sammaurese in lutto, è morto ad appena 28 anni un massaggiatore. Il giovane, di appena 22 anni, collaborava anche con la prima squadra. “Il giorno prima era tranquillo, non aveva dato nessun segnale che potesse sentirsi male – spiega il club – sapevamo che aveva problemi cardiaci, da piccolo aveva anche subito un’operazione.

A comunicarci il dramma è stata la sua fidanzata”. Una tragedia improvvisa che lascia sgomenta la società, lo staff e tutti i giocatori: “Ci siamo svegliati con una brutta notizia. Ci ha lasciato questa notte il nostro Mattia Piscaglia, che fino a martedì sera era presente a massaggiare e curare con passione e dedizione i ragazzi della Juniores. La Sammaurese tutta, dirigenti calciatori si uniscono al dolore della famiglia Piscaglia”.