Monthly Archives: Novembre 2018

FEDERICA PANINUCCI PIANGE IN DIRETTA A MATTINO 5: LA MADRE DI ENRICO SILVESTRIN È MORTA

Enrico Silvestrin è stato ospite della puntata di ‘Mattino Cinque‘ trasmessa mercoledì 7 novembre. Federica Panicucci ha mandato in onda un video che ha ripercorso la sua esperienza nella casa del ‘Grande Fratello Vip 2018‘. In particolare, il momento in cui in confessionale ha parlato del dolore provato per la morte della madre a cui era legatissimo: “Mia mamma era per me una figura complice. Con me è stata un parafulmine. È stata un tipo di persona fino alla malattia. È scomparsa il 17 settembre del 2011, tre settimane esatte prima che nascesse Gianmarco. La mattina in cui Emanuela (Familiari, la sua ex ndr) mi ha detto sto andando a partorire, avevo dei pantaloncini corti e dentro i pantaloncini avevo la foto incorniciata di mia mamma. Quindi me la sono portata, al parto c’era anche lei”.
Il dolore quando seppe che alla madre restava poco da vivere
Purtroppo i medici gli diedero una tragica notizia. La madre stava perdendo la battaglia contro la malattia. Le restava ormai solo un mese da vivere: “Ci hanno detto che aveva un mese di vita, cosa che noi non sapevamo e che è stato uno shock per tutti. Io l’ho vissuto con l’idea che non fosse vero. Fino a che un mese dopo…sono corso da lei, me la sono abbracciata e le ho detto quello che un figlio sente di dire alla madre. Mi è morta davanti e anche quella è un’esperienza che non dimentichi. Sai perfettamente che quella persona che hai visto tutta la vita, non la vedrai mai più”.
Una volta tornati in studio, Federica Panicucci è in lacrime. Fazzoletto alla mano, ha invitato le sue ospiti ad aspettare un attimo prima di intervenire. Ha fatto un respiro profondo e ha lasciato la parola a Enrico Silvestrin per avere il tempo di riprendersi.

MARSIGLIA: TROVATO IL CORPO DI SIMONA CARPIGNANO

Simona Carpignano, la ragazza di Taranto dispersa dopo il crollo di due palazzi a Marsiglia, è stata ritrovata morta sotto oggi le macerie dei due edifici. Poco fa è stato trovato il corpo della ragazza tarantina di 30 anni che era in Francia per cercare lavoro dopo aver conseguito la sua seconda laurea.

​Simona,  soprannominata “Sorriso” per il suo carattere gioviale e positivo, era dispersa da lunedì mattina, quando era avvenuto il crollo del palazzo dove abitava. In Francia erano subito arrivati i suoi familiari, con il padre Domenico, per cercare di essere utili nella ricerca. Ma purtroppo non c’è stato niente da fare.

Il padre di Simona ancora non ha confermato la notizia: «Attualmente non abbiamo nessuna notizia ufficiale e siamo ben supportati dal nostro consolato. Il console generale Alessandro Giovine è con noi da quando siamo arrivati», ha  Il papà di Simona aggiunge che i soccorritori sono ancora al lavoro in Rue d’Aubagne. «La rimozione delle macerie continua».

RITIRATI DAI SUPERMERCATI: CONTENGONO PEZZI DI VETRO

Tigros ritira Primia Misto funghi con porcini. I supermercati Tigros hanno diffuso il richiamo di un lotto di misto funghi con porcini in olio di girasole a marchio Primia per la possibile presenza di corpi estranei di origine vetrosa.

“Possibile presenza di corpi estranei di origine vetrosa“, si legge nel comunicato ufficiale sul sito web della stessa Tigros. Nello specifico si tratta del prodotto venduto in vasetti da 290 grammi, con il numero di lotto L191A e scadenza 10/07/2021. Il misto funghi è prodotto dalla Società Simens Srl, nello stabilimento di vicolo F. Baracca 1, a San Martino di Lupari, in provincia di Padova.

“Non si può escludere – sottolinea Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti” che in un numero limitato di confezioni possano trovarsi delle schegge di vetro. Consumando i prodotti sussiste quindi il pericolo di ferimento. I clienti possono richiedere il rimborso in tutte le filiali”. Da parte sua Tigros raccomanda a chi avesse comprato il vasetto di misto funghi Primia interessato dal richiamo di non consumarlo e di restituirlo al punto vendita d’acquisto. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’azienda produttrice al numero 0495952588 oppure all’indirizzo e mail qualita@simensalimentare.it.

CALCI E PUGNI ALLA FIDANZATA PER FARLA ABORTIRE: IL TERRIBILE CASO

Una storia terribile, quella che vede protagonista una mamma di Cheltenham, in Inghilterra, che ha rischiato seriamente di perdere la sua bambina. Era il 31 ottobre scorso quando il suo ex compagno, Daniel Holliday, 31 anni, padre della figlia che aspettava, le si è avventato contro prendendola a calci e a pugni nello stomaco. Colpi così forti che l’hanno addirittura fatta sanguinare. In quel preciso momento Natalie Clark, ha avuto paura di aver perso la figlia che portava in grembo da dieci settimane.

Non è successo, per miracolo la bimba, Ivy Rose, è rimasta incolume nonostante la violenza dell’uomo. Oggi ha cinque mesi ed è una bambina in perfetta salute. Holliday, invece, che quel maledetto giorno di un anno fa aveva anche provato a strangolare Natalie, è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio. Ha picchiato selvaggiamente la compagna, rischiando di ucciderla, con l’intento di farla abortire. Il 31enne, tuttavia, non sconterà la sua pena in carcere, ma in una comunità che si prenderà cura delle sue condizioni psicologiche. Il racconto di Natalie, che aveva avuto una figlia, Amelia Rose, da una precedente relazione, è agghiacciante. “È stata la peggiore esperienza della mia vita, la cosa più difficile che abbia mai dovuto affrontare”, ha confidato, come riporta il Mirror. Con Daniel si erano incontrati nell’agosto del 2016, grazie ad amici comuni, quindi avevano iniziato una relazione.

 “Nei primi due mesi – racconta Natalie – ho notato che era una persona arrabbiata, ma ero così innamorata di lui”. Mesi dopo, la coppia ha iniziato a litigare tutti i giorni, di solito dopo che lui aveva bevuto molto. Poi le disse che voleva avere un bambino, promettendole che, diventando padre, sarebbe cambiato.

Ma non andò così. Era sempre più paranoico, ha ricordato la giovane mamma, fino a quel maledetto pomeriggio del 31 ottobre 2017: “Potevo vedere la rabbia nei suoi occhi – ha continuato Natalie – All’improvviso i suoi occhi sono diventati scuri e malvagi. Era come un pitbull”. Ma “era così lui: un minuto andava tutto bene e l’attimo dopo si sarebbe trasformato in un mostro”. 

Mi ha dato un pugno nello stomaco e mi ha fatto davvero male”. È stato un momento “orrendo”, soprattutto dopo che ho iniziato a sanguinare. “Ero davvero preoccupata di aver perso il bambino”, ha detto. Per fortuna non è stato cosi. Come detto, la piccola è venuta al mondo perfettamente sana, ma “da allora – ha concluso la mamma – ho sofferto di una grave ansia che mi fa svenire. Non l’ho mai avuta prima. Questa esperienza, però, mi ha reso più forte”.

GRAVISSIMO LUTTO PER GABRIELE CIRILLI: È MORTA LA MAMMA

Gravissimo lutto per l’attore sulmonese Gabriele Cirilli. Questa mattina nell’ospedale di Sulmona si è spenta la signora Augusta, 83 anni, madre dell’attore. Sono due le occasioni in cui la signora Augusta era apparsa tra il pubblico ultimamente; Prima nel luglio scorso, quando Gabriele è stato protagonista della festa di San Francesco di Paola, annunciando l’evento del premio Ovidio “D’amorosi sensi”, poi il 13 agosto nella serata culminante del premio, nel grande spettacolo in piazza Garibaldi, quando Gabriele si è esibito con Flavio Insinna e Lorena Bianchetti.

In quella occasione lo stesso Insinna, durante lo spettacolo, volle ricordare i raffinati pranzi preparati dalla signora Augusta, per il figlio e per lui, in alcune occasioni di fine settimana trascorsi a Sulmona, durante gli anni degli studi a Roma. Resta il ricordo del sorriso della signora Augusta alle battute del figlio Gabriele e la sua riservatezza. Cosi come rimane indelebile il suo ricordo come volontaria nella Croce Rossa.

TERREMOTO IN IRPINIA: SCOSSA DI MAGNITUDO 3

L’Irpinia, devastata dal terremoto del 1980, torna a tremare e ad avere paura. Intorno alle 12.30, una scossa di magnitudo 3 della Scala Richter si è registrata a Paternopoli, nella provincia di Avellino, epicentro dell’evento sismico. Grande paura tra i cittadini, che hanno sentito la terra tremare sotto i loro piedi e si sono riversati in strada in preda al panico. Molte scuole della zona sono state evacuate precauzionalmente, anche se non si registrano danni a persone o cose. Subito al lavoro la Prefettura di Avellino e la Protezione Civile.

ASIA ARGENTO INSULTA SUA MADRE: “SEI UNA FALLITA, FOTTITI TR***”

Non c’è pace per Asia Argento. Tutta colpa nel nuovo Gossip con Corona: una relazione che non è gradita dalla madre dell’attrice, Daria Nicolodi, che ha commentato così lo scoop di Chi: “Due signori di mezza età con felpa e cappuccetto… che si baciano. Un po’ inguaiata e inguaianti”.

La reazione di Asia Argento è stata durissima. Al punto da mandare un sms al veleno proprio alla Nicolodi. Un messaggino che la madre ha deciso di postare su Twitter: “Mia figlia Asia Argento mi scrive: la mia era una sciarpa, non un cappuccio. Fai schifo. Sei una donna pessima, madre già lo sai, una fallita, sola nel mondo. Torna nel tuo dimenticatoio. Ora hai veramente esagerato. Fottiti tro***

UCCIDE ANZIANA PER 2 EURO: ADOLESCENTE ARRESTATO

Un adolescente russo è arrivato a tagliare via il seno di un’anziana amica di sua nonna, prima di ammazzarla, per rubare l’equivalente di meno di 2 euro. Come riporta il Mirror, citando i procuratori locali, il tredicenne ha fatto irruzione nella casa della vittima, 78enne disabile, armato di un coltello e chiedendo denaro. La sventurata è stata pugnalata alla faccia e al corpo per 60 volte e il suo seno è stato tagliato. Il ragazzino è quindi scappato con 150 rubli – 1.98 euro.

L’efferato crimine è avvenuto nel villaggio di Chesma, nel distretto di Chesmensky nella regione della regione russa di Chelyabinsk, nel centro del Paese. La vittima, che ha riconosciuto il giovane come nipote della sua amica, gli avrebbe chiesto di andarsene prima di essere torturata. Il 13enne si è fermato solo quando si è reso conto che l’anziana non stava più respirando, e dopo aver afferrato i soldi ha lasciato l’appartamento. In seguito con quegli spiccioli, avrebbe fatto un ricarica per il suo cellulare. Il corpo della vittima è stato trovato dai vicini il mattino successivo. 

Un portavoce della polizia ha confermato l’incidente: “Uno studente di 13 anni è stato arrestato. Si tratta del nipote dell’amica della vittima, è stato posto in detenzione temporanea in un’unità sicura per i criminali minorenni. È in corso un’indagine sulle sue motivazioni e ha già confessato il crimine e ha ammesso di aver rubato 150 RUB”. L’età della responsabilità penale in Russia è 14 anni, ma la natura scioccante del crimine potrebbe portare il ragazzino a scontare la sua pena in un istituto speciale per minori in difficoltà.

SPAVENTOSO INCIDENTE IN BRIANZA: SCONTRO TRA AUTO E CAMION

Incidente spettacolare questa mattina all’altezza di Briosco, in provincia di Monza e Brianza. Poco prima delle 9, un tir con rimorchio è finito fuori strada sulla statale 36 in direzione Lecco. Ancora sconosciuta la dinamica dell’incidente che avrebbe coinvolto solo il mezzo pesante, schiantatosi contro le barriere che si trovano a lato della statale. Due le persone coinvolte: si tratta di due uomini di 25 e 48 anni che sembra, fortunatamente, non siano rimasti feriti in modo grave.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Milano e i colleghi di Lecco, oltre alla polizia stradale. Agli agenti della polstrada spetterà adesso ricostruire la dinamica dell’incidente. I pompieri stanno lavorando per mettere in sicurezza la statale: la strada risulta bloccata in direzione Lecco, con uscita obbligatoria a Giussano e inevitabili ripercussioni sul traffico.

TROVATA MORTA NELLA SUA CAMERA: PROBABILE OVERDOSE

La 24enne Roxana Chelea, di origine rumena ma da sempre residente in Italia è stata trovata morta nella stanza che un’associazione di Albignasego le aveva messo a disposizione. La causa della morte è probabilmente imputabile ad un’overdose. La notizia della morte di Roxana suscita tristezza e apre inquietanti interrogativi, perché nel giro di quattro giorni sono stati ben tre i decessi nel Padovano su cui incombe l’ombra della droga. Sul suo profilo Facebook si presentava così: “La vita è un labirinto, ma ogni labirinto ha la sua via d’uscita”. La sua, Roxana, non è riuscita a trovarla. Non ha fatto in tempo a superare le difficoltà esistenziali che la tormentavano da mesi e stamani il tragico epilogo.

Sempre più giovani, muoiono per overdose. Un’overdose si verifica quando viene assunta una quantità eccessiva di sostanze stupefacenti o psicotrope (droghe o preparazioni medicinali). Questo fenomeno ha gravi effetti tossici sull’organismo e può rivelarsi letale.

GF VIP MALORE PER JANE ALEXANDER: “NON RESPIRO”

Paura nella notte nella casa del Grande Fratello Vip. Jane Alexander ha avuto un malore. Erano circa le 2.30 di notte quando il fattaccio è successo. Ma cosa ha avuto Jane Alexander? Per via di una discussione tra lei e un altro vip della casa, Walter Nudo. Alla conversazione avevano preso parte anche altri concorrenti del reality ma sono state le parole di Nudo a far sentire male Jane. Quelle avvisaglie, a detta suo, potrebbero essere i sintomi di una malattia. Ma la versione di Nudo ha fatto infuriare Jane Alexander che, in tutta risposta, ha alzato la voce e raccontato il suo dramma personale.

Jane ha perso il padre e la sorella per via del cancro. I tumori di cui si erano ammalati, però, erano asintomatici quindi, quando ha sentito la versione di Walter Nudo, è andata su tutte le furie. Poi, per lo choc, si è sentita male. I vip, quando hanno visto cosa stava succedendo, l’hanno portata subito in camera da letto, mentre lei – che aveva dei tremendi conati di vomito – continuava a lamentare un affaticamento nel respiro. “Sto male”, ripeteva in continuazione. E tutti erano terrorizzati.

Pian piano, poi, l’attrice si è sentita meglio. Per fortuna. Il punto è che Jane Alexander sostiene che il messaggio lanciato da Walter Nudo sia sbagliato. Ha anche detto che fare prevenzione è l’unico modo per prevenire in tempo le malattie. A quel punto, Walter Nudo, che non aveva alcuna intenzione di sollevare quel polverone, né tantomeno voleva riaprire una vecchia ferita dell’attrice, si è scusato. Nel frattempo, in rete, è scoppiata una discussione tra i sostenitori di Nudo e quelli della Alexander. 

CARABINIERE INSEGUE LADRO: MUORE INVESTITO DA UN TRENO

Inseguiva un ladro in fuga, ha scavalcato il muro della stazione ferroviaria ed è stato investito da un treno in corsa. Questa la tragedia morte del brigadiere dei carabinieri Emanuele Reali, 34 anni, in forza al nucleo radiomobile di Caserta. La tragedia è avvenuta a cinquecento metri dalla stazione di Caserta. L’inseguimento è iniziato dopo che una banda di ladri ha assaltato diverse case nella zona residenziale della città. Due di essi sono stati intercettati e fermati, gli altri sono scappati. Uno di loro è riuscito a fuggire sui binari dove il brigadiere lo ha inseguito; a quel punto é sopraggiunto il convoglio che ha centrato il militare uccidendolo sul colpo.

 Il carabiniere era sposato, aveva due figli e abitava a Bellona, nel Casertano.  Sul luogo della tragedia sono arrivati  il generale di brigata Maurizio Stefanizzi, comandante della Legione Carabinieri Campania, il comandante provinciale dei carabinieri di Caserta, colonnello Alberto Maestri, e il tenente colonnello Nicola Mirante.  «Un carabiniere di 34 anni, Emanuele Reali, è stato travolto e ucciso da un treno mentre stava inseguendo un delinquente. È successo a Caserta. Lascia moglie e due figli piccoli. Una preghiera e un abbraccio alla famiglia e agli amici di Emanuele e a tutte le Forze dell’Ordine» ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini.