Monthly Archives: Ottobre 2018

MOTOGP AUSTRALIA 2018: IANNONE VOLA NELLE LIBERE 2

Terminate anche le libere 2 a Phillip Island con il migliore tempo della sessione per Iannone su Suzuki (1’29″131). Seconda miglior prestazione per Petrucci su Ducati. Ottimo la Yamaha di Vinales che chiude al terzo posto (dopo aver brillato nelle libere 1).

Segue Dovizioso comunque in ottima forma. Il neo campione del mondo Marquez, dopo essere caduto nella prima sessione di libere, ha chiuso solo con settimo posto. In ritardo Rossi, costretto al decimo tempo. Brutta caduta per Crutchlow che è stato trasportato al centro medico con l’ausilio della barella.

F1 GP MESSICO 2018: DOMINIO RED BULL NELLE LIBERE 1

Dominio Red Bull nel GP del Messico che si disputa sull’Autodromo Hermanos Rodríguez di Città del Messico. Max Verstappen ha chiuso con il tempo di 1’16”656, alle sue spalle Daniel Ricciardo, +0”483, terzo crono per la Renault di Carlos Sainz, +1”270, quarto il compagno di scuderia Nico Hulkenberg, +1”372.

Ferrari e Mercedes sembrano studiarsi e hanno rinunciato al giro veloce per per testare l’assetto migliore per le qualifiche e gara. Le Mercedes sono in quinta e sesta posizione (a circa mezzo di distacco) 5° Lewis Hamilton e 6° Valtteri Bottas, mentre Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen occupano il settimo e l’ottavo posto, a oltre due secondi da Verstappen. Buona sessione per Antonio Giovinazzi a bordo della Alfa Romeo Sauber per lui 12° crono.

CROLLA PONTE A RAVENNA: MORTA UNA PERSONA

Il corpo di Danilo Zavatta, un tecnico della Protezione Civile di 55 anni scomparso ieri pomeriggio dopo il cedimento di una diga-invaso nel fiume Ronco a San Bartolo, nel Ravennate, è stato trovato sotto un cumulo. Il corpo è stato fiutato dai cani delle unità cinofile. L’uomo stava effettuando il collaudo di un impianto idroelettrico quando una parte della chiusa crollata sul fiume Ronco gli è caduta addosso addosso. Alla scena hanno assistito alcuni testimoni che hanno dato immediatamente l’allarme.

La struttura di cui una parte è crollata, si trova lungo un tratto della Statale 67 Ravegnana che verso le 14 era stato chiuso temporaneamente al traffico, tra l’incrocio con l’Adriatica e l’abitato di Coccolia, sempre alle porte di Ravenna. L’ordinanza di chiusura era stata data dopo che dei preoccupanti movimenti franosi registrati ieri mattina. La situazione aveva richiesto la necessità di sopralluoghi per verificare le reali condizioni di sicurezza della chiusa.

ORRORE IN UN ASILO DI BARI: 4 MAESTRE ARRESTATE

A Bari quattro maestre della Scuola Materna ‘Montessori’ di Capurso, sono finite in manette con l’accusa di gravi maltrattamenti a carico dei propri alunni, bambini di appena tre anni. I carabinieri del comando provinciale di Bari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Tribunale di Bari nei confronti delle donne, una 63enne, una 47enne e una 49enne originarie della provincia di Bari e una 52enne originaria della provincia di Lecce. Dopo diverse segnalazioni da parte dei genitori dei bambini, i carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Bari, hanno dato inizio ad un’accurata e specifica indagine che ha portato all’accertamento dei fatti.

Ossia: “Che le quattro maestre, sia autonomamente che talora in concorso, nell’anno scolastico 2017/2018 hanno maltrattato, sottomesso, e mortificato i bambini a loro affidati per cura ed educazione, assumendo comportamenti vessatori e violenti nei loro confronti. In particolare, i carabinieri hanno appurato altri maltrattamenti. Le maestre, sistematicamente, per esercitare la loro funzione di insegnante spintonavano i piccoli, li strattonavano, a volte li trascinavano, e in alcuni casi li prendevano a schiaffi sul viso e sulle braccia. Ai piccoli veniva imposto di rimanere con il capo riverso sul banco in posizione sottomessa e in caso di rifiuto erano costretti con forza a tenere tale posizione.

Altri maltrattamenti consistevano nel costringere i bambini a rimanere in un angolo della classe con il volto rivolto verso il muro, a volte con le mani dietro la schiena, per periodi prolungati. Le maestre minacciavano inoltre i bambini, intimorendoli che sarebbero stati legati con la corda, che sarebbero stati picchiati. Che sarebbero stati portati in caserma dai carabinieri dove un cane gli avrebbe dato un morso. I bambini erano inoltre mortificati platealmente, ed offesi con frasi come “monelli, cattivi, scostumati, maleducati, monellacci di strada, rimbambiti, pappamolli”. È una storia che ormai da qualche tempo si reitera. Quello di Bari infatti è l’ultimo di una lunga serie di maltrattamenti sui bambini da parte di chi dovrebbe aiutarli a crescere in un clima sereno.

UN ALTRO DOLORE PER ELENA SANTARELLI: L’AMARA CONFESSIONE DELLA SHOWGIRL

Elena Santarelli, è stata intervistata da Rai Radio2 nel corso de “I Lunatici”, il programma radiofonico condotto da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio. La showgirl ha parlato della sua vita ora che è impegnata a stare accanto al figlio malato, nato dal matrimonio con l’ex calciatore Bernardo Corradi. Si parla soprattutto della percezione che c’è di lei sull’argomento: 

“Tutte tornano a lavorare. E nessuno sa che hanno il figlio con un tumore, per questo non vengono giudicate. Questo è il lato negativo del mio lavoro”. Ma oltre il lavoro, il desiderio più grande per Elena in questo momento è quello di diventare nonna.

Da quando sta combattendo insieme a suo marito per il tumore cerebrale di Giacomo, Elena Santarelli ammette di essere diventata più forte:

“Preferisco non lamentarmi più di tanto, sono arrivata ad essere così forte e positiva nel corso dei mesi. Lo sono diventata perché vedo talmente tante realtà peggiori della mia che alla fine arrivo a svegliarmi la mattina e a dire ‘ok, c’è questo problema da risolvere, combattiamo’. Per mio figlio combattere questa malattia è come combatterne un’altra che si può chiamare varicella o morbillo, dico due nomi a caso. Un adulto parte già svantaggiato, si documenta, gli viene il terrore. Poi per il bambino è importante anche l’atteggiamento di un genitore. Se sei positivo, generi positività anche in tuo figlio”.

 

LIDL RITIRA ALTRO PRODOTTO DAI SUPERMERCATO: SCATTA L’ALLERTA

Oltre ai tarallini al grano saraceno Lidl ha ritirato dalla vendita anche un altro prodotto chiamato “The Italian Gringo”. Trattasi di “Lo spuntino del Mandriano – le bruschette al gusto speck e pepe” vendute in confezioni da 150 grammi. I lotti interessati dal richiamo sono L167 – L168 – L169, da consumarsi preferibilmente entro il 15-07-2019 e a spiegare il motivo del richiamo è la stessa catena di supermercati Lidl.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto sono state riscontrate tracce di proteine di senape, non dichiarato sulla confezione. Queste potrebbero provocare una reazione allergica a chi dovesse aver problemi con la senape.

avviso_lidl.jpg

L’ultimo messaggio di Patrick, prima di suicidarsi a 18 anni: “Amate la natura e non siate egoisti”

“Mi uccido perché l’uomo sta distruggendo la natura. Non siate egoisti”. Con queste parole shock si chiude il video messaggio registrato da Patrick Bogo, il giovane di soli 18 anni che si è tolto la vita lo scorso giovedì sul Passo Giau, in provincia di Belluno. All’inizio si era pensato ad un incidente in sella alla sua moto ma in realtà non è stato così; lasciando in un filmato registrato con il suo cellulare la spiegazione della sua decisione, prima di gettarsi nel vuoto.

È stato suo padre Michele a leggerne il contenuto durante la cerimonia funebre, dove non vi era la salma di Patrick ma solo una grandissima sua foto sorridente come sempre in sella alla sua moto. “Non mi sento di appartenere a questo mondo, in cui non vedo nulla di buono. Vedo gli uomini come macchine egoiste che distruggono la natura per interessi personali. Io non voglio vivere in un mondo così e non potrei vivere in un mondo diverso, perché così lo abbiamo creato nei secoli”.

ANZIANA DI 100 ANNI STUPRATA DA UN RAGAZZO DI 20 ANNI: ORRORE IN INDIA

L’India torna al centro delle cronache per un altro orribile stupro: questa volta ai danni di un’anziana di 100 anni.

Come scrive Dagospia, la polizia indiana ha arrestato un 20enne, Argha Biswas, per aver violentato un’anziana, ritrovata dolorante e stesa sul letto nella sua casa di Nadia, nel Bengala occidentale. La polizia ha trovato lo stupratore nascosto sotto il letto della nonna che ha detto:

“Ero sotto l’influenza dell’alcol e non sapevo cosa stavo facendo” ha detto durante l’interrogatorio con gli agenti. L’ufficiale di polizia che lo ha interrogato, Rupesh Kumar, ha dichiarato: “La signora dormiva da sola nella sua casa. La porta dell’appartamento non era stata chiusa, come si usa frequentemente nel villaggio”. 

TERRORE SULL’A4: CAMION IN FUOCO NELLA NOTTE

Paura all’alba di oggi, sull’autostrada A4 nel tratto compreso tra Venezia e Trieste: un camion che trasportava elettrodomestici è andato a fuoco, creando numerosi disagi al traffico. Il rogo si è scatenato alle 05:30 circa quando è scoppiato l’incendio al km 428, e sembra che le fiamme abbiano avuto origine da una ruota per poi propagarsi al resto del rimorchio. 

Immediato l’intervento dei Vigili del Fuoco che sono riusciti a salvare la motrice e una parte del carico. Per permetter i soccorsi, Autovie Venete ha chiuso il tratto autostradale tra Portogruaro e San Donà di Piave in direzione Venezia, oltre ai caselli in entrata di Portogruaro, San Stino e Cessalto. Fortunatamente non si registrano feriti. 

GF VIP, CORONA INSULTA ILARY BLASI: “SEI UNA CACIOTTARA”

Dopo le diverse frecciatine dei giorni precedenti, ieri sera Ilary Blasi si è voluta togliere qualche sassolino dalla scarpa e, seppur a distanza, ha rispolverato la famosa storia del presunto tradimento di Totti a pochi mesi dal loro matrimonio. Motivo per il quale c’è tutto questo astio tra lei e Fabrizio Corona. Ti rendi conto di cosa mi hai fatto 13 anni fa?”, ha detto la Blasi in diretta. E lui, alzando il tono della voce: “Quello che ha scritto tuo marito è una caz***. Capita di essere traditi un mese prima del matrimonio”. “Il caciottaro sei tu – l’ha attaccato Ilary –

Hai messo in scena tutto quel teatrino e lo hai fatto in un momento in cui mi dovevo sposare ed ero incinta del mio primo figlio. Quello che sei lo ha capito tutta Italia, chiudetemi il collegamento”. Innervosita ma soddisfatta e tra gli applausi del pubblico, Ilary è andata avanti con la puntata mentre Fabrizio si è sfogato su Instagram. “Sono uscito adesso dalla trasmissione – ha detto Fabrizio arrabbiatissimo nelle Storie –

La signora, se possiamo chiamarla così, Ilary Blasi, che non ha avuto il coraggio di tenermi il confronto, mi ha abbassato il microfono. Adesso vi spiego come farò a dire la mia verità senza farmi abbassare il microfono. Perché questo non è diritto di replica. Da una ragazzina di 30 anni che è in trasmissione solo perché ha sposato un ex calciatore che non è capace di dire due parole in italiano, ma solo di tirare due calci a un pallone, non mi faccio prendere per il c***. E allora adesso, cara mia, visto che tu mi hai abbassato il microfono, io dirò la verità come deve essere detta. Preparati perché adesso scateno l’inferno”.

SCIOPERO MILANO ATM: METRÒ REGOLARE FINO LE ORE 18

La metropolitana funzionerà regolarmente al mattino, senza essere toccata dallo sciopero. Lo ha appena annuncia Atm in una nota, specificando che gli orari interessati per lo sciopero metrò saranno soltanto dalle 18 a fine giornata. La variazione, però, riguarda soltanto la metropolitana. Rimangono infatti invariati gli orari dell’agitazione per il personale dei mezzi di superficie: dalle 8,45 alle 15 e dalle 18 a fine servizio.

LUTTO NELLO SPORT: È MORTO IL CAMPIONE A SOLI 34 ANNI

La Federazione australiana ha annunciato la morte di Todd Reid, campione juniores a Wimbledon nel 2002. Aveva solo  34 anni. Per ora non si conoscono le cause della morte ma non sono state aperte inchieste. Reid divenne professionista nel 2002 dopo il successo a Wimbledon.

 

È stato il numero 3 dietro a Lleyton Hewitt e Mark Philippoussis. 

Il suo anno migliore sul circuito fu il 2004, quando si qualificò per il terzo turno dell’Australian Open, sconfitto poi da Federer in tre set. È stato al massimo n. 105 del mondo prima di ritirarsi, nel 2005, dopo una lunga serie di brutti infortuni.

MENINGITE: È MORTO IL PAZIENTE RICOVERATO AL CA FONCELLO

Meningite: è morto il paziente ricoverato al Ca Foncello

Come riportato da “Il Gazzettino di Treviso” i primi sintomi della malattia si erano manifestati martedì mattina con febbre alta, mal di testa e un forte dolore all’orecchio. Mercoledì mattinaPaolo Duo ha perso i sensi è stata immediata la chiamata al 118. Un’ambulanza del Suem l’ha trasportato d’urgenza al pronto soccorso dalla sua abitazione di Candelù nel comune di Maserada.


I medici del Ca’ Foncello lo hanno ricoverato d’urgenza in Rianimazione ma l’infezione da pneumococco, una forma di meningite non contagiosa, era ormai troppo grave. Paolo è morto nella serata di giovedì. Tutto sembra essere partito da un’otite che è stata purtroppo sottovalutata. 

FORTE SCOSSA DI TERREMOTO IN ITALIA: “RISCHIO TSUNAMI”

Violento terremoto di magnitudo 6.8 in Grecia, nella costa occidentale del Peloponneso. Il sisma è stato registrato  alle 00.54. Diramata un’allerta tsunami nel mar Jonio e nel basso Adriatico. Vista l’intensità della scossa, il terremoto è stato sentito anche in gran parte dell’Italia, soprattutto al sud e in Puglia in particolare, ma anche in Sicilia e con diverse segnalazioni da Napoli. 

Molte le chiamate dei cittadini italiani spaventato. Al momento non si registrano danni a persone o cose, ma l’Ingv ha messo in guardia da “possibili variazioni del livello del mare inferiori a un metro. Si consiglia di stare lontani da coste e spiagge”.